Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

3 Dicembre 2020

“La mia lotta a mafia e terrorismi”: il generale Mario Mori al Rotaract


Livorno, 8 settembre. Il Rotaract Livorno ha organizzato per domani, sabato 9 settembre alle ore 20, presso lo Yacht Club di Livorno un incontro con il generale Mario Mori.
Nel corso della sua lunga carriera – si afferma in una nota dle Rotaract – ha combattuto il terrorismo, arrestato Riina, messo a punto nuove tecniche d’investigazione, gestito infiltrati, ascoltato pentiti, collaborato con i Servizi segreti di altri paesi per contrastare il terrorismo internazionale. Ha attraversato le più drammatiche e oscure stagioni della nostra storia recente, ma non ne è uscito indenne. Come in un film, il suo operato e i suoi metodi sono stati messi sotto inchiesta proprio dalle istituzioni che era stato chiamato a proteggere. Chi è allora Mario Mori? Il capo dei “Servizi deviati” che, secondo alcuni, è sceso a patti con la mafia, o l’uomo d’intelligence che, secondo altri, ha reso grandi servizi al paese? A queste domande Mori risponde raccontandoci la sua verità i suoi successi e i suoi disinganni.
Mario Mori è stato ufficiale del controspionaggio al Servizio segreto militare nei primi anni Settanta; nei nuclei speciali comandati dal generale Dalla Chiesa dopo il delitto Moro; comandante della sezione Anticrimine a Roma durante gli anni di piombo. A metà degli anni Ottanta è a Palermo, con Falcone e Borsellino, a combattere la mafia. Nel 1998 diventa comandante del Ros, il reparto speciale dei Carabinieri, che aveva contribuito a creare. Uscito dall’Arma, dirigerà infine il Sisde, il Servizio segreto italiano, che ritrova un ruolo decisivo per la sicurezza nazionale dopo i fatti dell’11 settembre. Ha condotto con successo molte operazioni sotto copertura, tra cui la cattura del boss mafioso Totò Riina.
Il Rotaract, che ha organizzato l’incontro, offre l’opportunità di entrare a far parte di una dinamica organizzazione internazionale che coinvolge giovani dai 18 ai 30 anni, che vogliono fare la differenza con la crescita del senso civico dei giovani, affina la loro capacità di leadership e di comunicazione, svolge una funzione sociale e culturale nell’ambito della comunità e promuove la comprensione internazionale. Attualmente sono attivi oltre 8.700 Club Rotaract che contano circa 200.000 soci in 170 paesi del mondo. In Italia, sono presenti 446 Club, con oltre 7.200 soci, organizzati in 13 zone denominate Distretti. I club sono autogovernati e autofinanziati e possono avere sede presso un ateneo universitario o nell’ambito della comunità. I club Rotaract sono sponsorizzati dai Rotary club, che offrono guida e supporto, facendo dei Rotaract club dei veri e propri “partner nel servire” e membri chiave della famiglia del Rotary. Per info e prenotazioni:Facebook Rotaract Livorno, https://www.facebook.com/events/510607305951958/Luana Dettori, +393334358779, Roberta Iozzo, +393476640918