Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

24 Settembre 2020

La scomparsa di Gaetano Guarente sindaco-simbolo di Capraia isola


Livorno, 4 novembre. Nel pomeriggio di oggi dalle 17 nella chiesa parrocchiale di San Nicola a Capraia sarà allestita la camera ardente, dove i capraiesi e i tanti che lo hanno conosciuto e stimato da vivo potranno rendere omaggio, fino a domani alle 11, quando si terranno le esequie, a Gaetano Guarente, il sindaco-simbolo dell’isola, morto a 64 anni, stroncato da un male crudele, che lo ha portato via in tre mesi,all’ospedale di Pisa. Senza di lui l’isola non sarà più la stessa perché era l’uomo e il politico che aveva saputo, con il tempo, tenere insieme tante persone e unirle in una unica idea, che si è concretizzata nelle ultime elezioni nella lista civica “Guarente per Capraia”. Lo sostengono in molti da aveva avuto l’incarico di guidare il Comune per la quarta volta, diventando ormai un simbolo per tutti, cui fare affidamento. Lui che, nato a Livorno, aveva trovato in Capraia, dove viveva il padre, la sua dimensione di uomo, di politico e di amministratore. Smussando e affinando con gli anni le sue posizioni di destra. Considerato un leader per la sua personalità forte, appassionato di caccia e pesca, era stato consigliere comunale, poi assessore, vice-sindaco e infine sindaco. Una vita in mare da motorista navale nell’impresa Fratelli Neri, grave infortunio, poi a terra impiegato alla Normale di Pisa. Infine in pensione a Capraia, che, nel suo lungo percorso politico, ha ottenuto il dissalatore, ha visto ampliare il porto turistico, ora importante, ha attuato la raccolta differenziata dei rifiuti, ottenendo apprezzamenti dai colleghi. “Con lui vi sono stati momenti di collaborazione nella conferenza dei sindaci per la sanità – detto Lorenzo Bacci, sindaco di Collesalvetti – ne ho apprezzato la schiettezza e la sincerità”. E Filippo Nogarin: “Uomo di spessore politico e umano eccezionale. Sindaco con S maiuscola”.
Dpmani la nave per Capraia anticiperà la partenza da Livorno alle 8 e ripartirà alle 12,15 per consentire a chi vorrà di partecipare alle cerimonia funebre. Lascia la moglie Pia, i figli Valentina e Tiberio, che è stato giocatore di calcio nella massima serie.