Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 16 ottobre 2018

L’Aamps, il coraggio e la raccolta differenziata nei quartieri


(Massimo Masiero) Livorno, 18 maggio 2018. Un bel coraggio quello della Paola Petrone, numero uno di Aamps nel dichiarare a una televisione locale, a margine della firma del protocollo tra Azienda, Consorzio Nazionale Imballaggi e Comune per il Porta a Porta in centro, che i cittadini di Livorno si devono dare daffare un po’ di più per la raccolta differenziata dei rifiuti. Perché, ha aggiunto con altrettanto coraggio e convinzione, indietro non si torna e non si farà come in altre città d’Italia. Per questo motivo è stato “lasciato per ultimo” il centro storico. Ma tornando al coraggio del direttore generale, che non le manca davvero, è opportuno sottolineare che in alcune zone della città e in questi giorni proprio nel quartiere La Rosa si stanno verificando nuovi inconvenienti, malgrado la buona volontà degli abitanti nel collaborare alla raccolta. Infatti non sono stati ancora posizionati i cassonetti gialli su cui depositare il materiale plastico. Da qui il disagio e le “perplessità” dei cittadini, costretti a lasciare i sacchetti a terra, accanto agli altri cassonetti, nel giovedì dedicato alla raccolta, che proprio ultimamente è stata anticipata senza alcun preavviso alle ore 8,30 invece che alle 10. Motivo? Perché , nello stesso giorno, al quartiere La Rosa è stato aggiunto anche quello della zona San Jacopo e i tempi stringono. Il coraggio della numero uno di Amps sarebbe quindi comprensibile se i cittadini potessero davvero collaborare a tener pulita la città avendo a disposizione i contenitori gialli per il materiale plastico, attesi da fine gennaio allorchè iniziò la raccolta differenziata. Il decoro della città, di cui per primi i livornesi devono farsi carico, deve andare di pari passo con le disponibilità dell’Azienda Municipale Pubblici Servizi, o no? masierolivorno@gmail.com

The following two tabs change content below.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,