Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 20 novembre 2018

Le cerimonie del 2 e 4 novembre. Cuscino di Mattarella alla tomba di Ciampi


Livorno, 31 ottobre 2018. Il Comune di Livorno partecipa anche quest’anno alle celebrazioni nazionali del 2 Novembre (Commemorazione dei Caduti) e del 4 Novembre (Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate) con una serie di cerimonie e di iniziative che coinvolgeranno le istituzioni locali e la cittadinanza.
Cerimonia del 2 novembre al Cimitero comunale della Cigna
Venerdì 2 novembre, giorno della Commemorazione dei Defunti, si svolgerà la tradizionale cerimonia in ricordo dei Caduti di tutte le guerre e nelle missioni di pace al Cimitero comunale della Cigna (“cimitero dei Lupi”). Le celebrazioni inizieranno alle ore 9.30, al sacrario militare del cimitero, con l’Alzabandiera contemporaneo delle bandiere italiana, francese e austriaca, a cui seguirà la celebrazione della Messa (in caso di avverse condizioni meteorologiche sarà celebrata nella chiesa di San Tobia). Sarà presente la Fanfara dell’Accademia Navale.
Alle ore 10.10, al Sacrario, presso i monumenti ai Caduti italiani, francesi, austriaci, i rappresentanti delle istituzioni civili e militari cittadine e i rappresentanti delle associazioni dei Combattenti e Reduci, nonché i consoli presenti, deporranno corone in ricordo di tutti i Caduti.
La cerimonia si concluderà con la visita di tutti i presenti, con in testa gonfaloni e labari, ai monumenti funebri in onore ai Caduti Partigiani, ai Caduti Garibaldini e ai Caduti nei Lager nazisti.
Le modifiche alla viabilità
Venerdì 2 novembre, con efficacia a partire dalla mezzanotte del giorno precedente, in via don Aldo Mei (nell’intero piazzale antistante il cimitero) sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata, per consentire il momentaneo spostamento sul lato sud del piazzale dei banchi dei venditori ambulanti di fiori. Durante la mattinata di venerdì, fino al termine delle cerimonie, su tutto il piazzale sarà in vigore anche il divieto di transito, eccetto veicoli adibiti ai servizi funebri e veicoli militari e di rappresentanza.
Cerimonia in memoria del Presidente Ciampi
Sempre nella mattina di venerdì 2 novembre, si svolgerà la cerimonia ufficiale in memoria del Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Alle ore 11.30, presso la cappella di famiglia al Cimitero della Misericordia, è prevista la deposizione sulla tomba del Presidente Ciampi di un cuscino di fiori, inviato dal Presidente della Repubblica Mattarella, e di una corona di fiori, da parte del Comune di Livorno.
A presenziare alla cerimonia saranno il Prefetto e il Sindaco di Livorno, secondo un appuntamento annuale di omaggio al Presidente livornese, in occasione della Festa dei Defunti.
Celebrazioni del 4 Novembre
Il 4 novembre 1918, con la resa dell’impero austro-ungarico, per l’Italia si concludeva la Prima Guerra Mondiale, e si completava il ciclo di eventi che attraverso il Risorgimento portarono all’Unità del Paese e alla definitiva formazione dello Stato Italiano.
Domenica 4 novembre le celebrazioni cittadine inizieranno alle ore 9.40 in via Ernesto Rossi, dove, dopo lo schieramento dei Gonfaloni di Comune e Provincia di Livorno e dei Labari delle rappresentanze delle associazioni combattentistiche, è prevista (alle ore 10) la deposizione di una corona al Bassorilievo del Partigiano da parte del Prefetto, del Sindaco e del Presidente della Provincia, con.
Successivamente le autorità e le rappresentanze si trasferiranno al Monumento ai Caduti in piazza della Vittoria, dove sarà schierato il Reparto d’Onore Interforze e la Fanfara dell’Accademia Navale. La cerimonia ufficiale inizierà alle ore 10.20 con l’Alzabandiera. Seguirà la deposizione di corone di alloro e la lettura dei messaggi del Presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa.
Alle ore 11, a Palazzo Comunale, nella Sala delle Cerimonie, il sindaco Filippo Nogarin saluterà i rappresentanti delle istituzioni civili, militari e religiose cittadine.
Il manifesto fatto affiggere dal Comune
Per la ricorrenza il Comune di Livorno ha fatto affiggere un manifesto con il programma delle iniziative del 2 e del 4 Novembre e il messaggio del sindaco Filippo Nogarin alla cittadinanza.
Il testo del messaggio del Sindaco, Filippo Nogarin:
“Il 4 novembre del 1918, con l’armistizio di Villa Giusti, si concludeva la Prima Guerra Mondiale, un conflitto terribile e cruento costato la vita a circa 650mila soldati italiani e a 589mila civili.
A un secolo di distanza rendiamo omaggio alla determinazione degli uomini dell’Esercito italiano e della Marina che con il loro coraggio seppero respingere le ultime offensive delle truppe dell’impero austro-ungarico, consentendo al nostro Paese di riannettere Trento e Trieste”.
“Oggi il mondo è cambiato. La creazione dell’Unione europea ha determinato una condizione di pace decennale tra gli stati del Vecchio continente, con le Forze armate nazionali chiamate a un’evoluzione radicale. La Costituzione italiana fa delle Forze Armate un baluardo a difesa dei cittadini e della loro sicurezza quotidiana. Un lavoro che per certi aspetti è diventato invisibile, fatto di operazioni di intelligence e discrezione, che si accompagna però a un’intensa attività a stretto contatto con la popolazione. Penso all’operazione “Strade sicure” che ha permesso, in questi anni immediatamente successivi ai tragici attentanti che hanno insanguinato molte metropoli occidentali ed europee, di far sentire ai cittadini la presenza rassicurante dello Stato. Ma penso anche alle quotidiane operazioni compiute dalla Marina, dai Carabinieri e dalla Guardia di Finanza nei nostri mari e sulle nostre strade per contrastare il traffico di stupefacenti, di sostanze pericolose e persino di esseri umani. È per questa attività preziosa e costante che, a nome di tutta la città, ringrazio gli uomini e le donne delle Forze Armate”.

Le modifiche alla viabilità e alle linee dei mezzi pubblici

Per consentire lo svolgimento delle cerimonie, domenica 4 novembre saranno in vigore le seguenti modifiche alla viabilità: dalle ore 7 fino al termine delle cerimonie istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata (eccetto veicoli autorizzati, e con soppressione degli spazi di sosta a pagamento gestiti da Tirrenica Mobilità) in via Magenta, su entrambi i lati di piazza della Vittoria nella corsia compresa tra il Monumento ai Caduti e via Poggiali, in piazza della Vittoria nell’intero tratto antistante il Monumento ai Caduti e nell’area compresa tra il Monumento e via del Collegio; nel tratto costituito dall’intersezione via Rossi/via Goldoni/via Magenta, eccetto veicoli autorizzati; divieto di sosta con rimozione forzata in viale Avvalorati (lato Fosso) nel tratto compreso tra via Mons. Ganucci e via della Madonna, per consentire la sosta dei mezzi delle autorità che partecipano alla cerimonia a Palazzo Comunale; dalle ore 9.45 fino al termine delle cerimonie istituzione del divieto di transito nel tratto di via Ernesto Rossi compreso tra piazza Cavour e via Magenta, in via Magenta, in piazza della Vittoria nel tratto antistante il Monumento ai Caduti.
Per quanto riguarda il trasporto pubblico, dalle ore 9.30 alle ore 11 di domenica 4 novembre gli autobus che abitualmente percorrono via Ernesto Rossi e via Magenta saranno deviati lungo percorsi alternativi che, quest’anno, tengono conto del concomitante Mercatino straordinario in via Grande.
Le linee interessate da specifiche modifiche per le cerimonie del 4 novembre sono la LAM rossa, la 3, la 4 e la 12 (vedi tabella allegata, riguardante anche le linee interessate solo dal Mercato di via Grande).
Lungo i percorsi alternativi saranno istituite fermate dei bus temporanee (anche per i bus turistici autorizzati dal Comune di Livorno per via del Porticciolo) nelle seguenti ubicazioni: piazza del Pamiglione (in direzione sud) lato Darsena; via del Porticciolo, con relativa istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata nel tratto compreso tra l’attraversamento pedonale e lo spazio per disabili all’altezza del civico 8; viale Avvalorati (lato Fosso), con istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata a cavallo dell’intersezione con via del Pantalone per metri 35; in piazza del Municipio, in prossimità della scala esterna del Palazzo Civico; in via Carraia, con istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata per metri 35 a cavallo del fronte civico 6 (quindi lato civici dispari).

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,