Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

1 Ottobre 2020

Lega Nord sui fatti di via Garibaldi


Livorno, 26 giugno. I recenti fatti accaduti nel quartiere Garibaldi dimostrano che certe forze politiche stanno travisando il concetto di “tolleranza”. Lo sostiene la Lega Nord in una nota.
Ecco il testo. “La “tolleranza” dovrebbe essere -secondo le varie anime belle- una “convivenza pacifica compartecipata”, ma si è trasformata nell’altra accezione del termine: “sopportazione di atteggiamenti o situazioni che non si gradiscono, ma alle quali si permette che sussistano”.Ovvero, che in nome di questa integrazione forzata si fa finta di non vedere tutta una serie di piccoli e grandi atteggiamenti illegali e criminali. In questo disagio immigrazionista, che coinvolge tutto il paese, a Livorno stiamo osservando anche il proliferare di nuovi esercizi commerciali che, anziché creare la classica colorita vita commerciale, finiscono con l’aumentare il degrado. Negozi ed attività autorizzati forse troppo facilmente, e in zone poco adatte, per cui poi si devono creare precipue misure coercitive”.
“Il Sindaco Nogarin – prosegue la nota – nell’incontro della scorsa settimana in Garibaldi, su questi argomenti ha fatto l’ennesimo show autoincensante, ma non si è appuntato nemmeno uno dei consigli e delle richieste dei cittadini residenti. Anche in quel caso ha fatto orecchie da mercante e questi sono i risultati. La cittadinanza è allo stremo, esausta di questa amministrazione comunale troppo distante dai problemi reali della città e dai mille sacrifici dei cittadini. Perché in Garibaldi si ha onesti cittadini che devono convivere con la peggiore delinquenza, tollerando -perché impotenti- ogni genere di sopruso. La Lega Nord, all’incontro presso la Chiesa di Sant’Andrea Apostolo, ha avanzato varie proposte all’amministrazione cinquestelle: di rendere difficile la vita a chi delinque in Garibaldi chiedendo controlli ad ampio spettro sia amministrativi che patrimoniali che di polizia; di concentrare maggiormente sulla zona i servizi dei vigili urbani e di chiedere alla Prefettura di rafforzare il dispositivo di Strade Sicure (Esercito). Le istituzioni non possono essere solo erogatrici di multe, caro Sindaco, devono prima di tutto garantire servizi di qualità al pari dell’immane quantità di tasse e spese che chiedono. Per dimostrare solidarietà a chi vive onestamente il quartiere, la Lega Nord Livorno sarà presente in zona Garibaldi con i suoi dirigenti ed attivisti martedì 27 pomeriggio”.