Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Settembre 2020

L’Everest, la solidarietà e due nuovi soci al Rotary club Livorno



(Anna Viola) Livorno, 23 novembre – Una relazione sull’Everest svolta da chi la montagna più alta del mondo l’ha effettivamente scalata, due nuovi soci, il punto sulle tante iniziative di solidarietà che il Rotary club Livorno ha realizzato a favore di chi ha subito un qualche danno a causa della recente alluvione ha colpito Livorno ed i suoi dintorni, l’annuncio di una grande iniziativa in occasione della prossima Giornata mondiale contro la violenza sulle donne. Questo è il senso della conviviale che il Rotary Livorno ha svolto qualche giorno fa, esattamente giovedì 9 novembre, allo Yacht club Livorno.

Introdotto dal presidente Giorgio Odello, che ne ha descritto le capacità anche professionali, oltre che sportive, l’alpinista e scalatore livornese Enrico Cambini, imprenditore nel settore medico e farmaceutico, ha parlato della sua recente esperienza alla conquista della vetta più alta della Terra. Significativo il titolo della relazione: “Il livornese che ha scalato il monte Everest”.

“Non è stato semplice, ma è stato sicuramente esaltante, arrivare sulla sommità dell’Everest”, ha spiegato Cambini, che ha anche raccontato come lungo i sentieri del complesso di cime più alte del mondo non sia infrequente trovare corpi di scalatori che hanno perso la vita nel tentativo d raggiungere una delle sommità della montagna.

“Nei momenti più difficili mi affido sempre alla musica, ma non a quella melodica o lenta, bensì a quella euforica, che ti trasmette energia e crea adrenalina”, ha detto Cambini, che ha definito “unico ed irripetibile” lo spettacolo che si vede dalle vette più alte dell’Everest con “quell’azzurro che soltanto il cielo dell’alta quota sa regalare agli occhi di un uomo”.

Nel corso della serata, prima della relazione di Cambini, il presidente Odello, assieme al segretario del club, Gianluca Rossi, ha presentato due nuovi soci. Uno di questi, Marco Ceccarini, giornalista, è il fondatore della nostra testata, Costa Ovest, così come di Amaranta, giornali dei quali è stato a lungo direttore responsabile. Cinzia Pagni è invece un’imprenditrice del settore agricolo.

Il presidente Odello, oltre a ricordare l’importante contributo offerto dal Rotary a favore di persone ed associazioni danneggiate dal recente alluvione di settembre, ha infine concluso rammentando la serata di sabato 25 novembre quando al Teatro della Goldonetta, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, andrà in scena uno spettacolo promosso dal Rotary Livorno e sarà rappresentato “Il borghese gentiluomo”, a cura della compagnia teatrale Nuovo Spazio Teatro, per la regia di Simonetta Del Cittadino. Nell’occasione saranno raccolti fondi a favore del Centro antiviolenza Ippogrifo di Livorno.