Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

venerdì 23 Agosto 2019

Livorno, oggi pomeriggio apre il Museo di Città


Livorno, 30 aprile 2018. Oggi pomeriggio, lunedì 30 aprile alle 17,30, apre a Livorno, nell’antico edificio dei Bottini dell’Olio, nel cuore de La Venezia, il Museo della Città, o meglio il Museo delle collezioni cittadine, che in un percorso espositivo di opere d’arte, fotografie, cimeli e reperti archeologici, racconta l’evoluzione storica e culturale di Livorno, dalle sue origini fino ai nostri giorni. (http://museodellacitta.comune.livorno.it/museo).
L’apertura, significativa per la città, sarà accompagnata da una festa di musica, danza e teatro: unica azione scenica interpretata da linguaggi diversi ma mossa da un’unica fonte d’ispirazione: l’amore per la città. “L’Amministrazione – si legge in una nota del Comune – ha voluto salutare l’apertura di questo nuovo spazio pieno di meraviglie con tante persone, proprio a sottolineare il ruolo che il museo riveste nel contesto cittadino: un bene che appartiene all’intera comunità”. Ci saranno i bambini dei laboratori del teatro Goldoni e del Nuovo teatro delle Commedie, che si esibiranno in una performance urbana ispirata ai concetti di accoglienza e condivisione propri della storia di Livorno, ma anche le corali liriche cittadine e i cori gospel, che hanno accettato con slancio e passione, la sfida di cantare brani lontani dalla loro tradizione vocale. Gli uni e gli altri si cimenteranno infatti in pubblico per la prima volta in un brano della Cavalleria Rusticana e in una canzone di Piero Ciampi. Insieme a loro un interprete livornese di grande talento, Bobo Rondelli. E poi in una festa dedicata a Livorno, alla sua storia e al suo futuro non potevano mancare i versi di Giorgio Caproni e di Giorgio Fontanelli affidati alle voci degli attori del centro Artistico “Il Grattacielo”.
Tutto questo si svolgerà nello spazio antistante l’ingresso del Museo, in piazza del Luogo Pio .
Alle ore 18 il saluto delle autorità e il taglio del nastro.
La festa proseguirà all’interno dove è prevista una performance di danza “site specific” a cura della Compagnia Virgilio Sieni e l’esibizione musicale del Quasibarocco Ensemble dell’Istituto Musicale.
Ad accogliere la cittadinanza nell’area reception dei Bottini dell’Olio una grande installazione floreale a cura del Garden Club Livorno.
Questo il programma nel dettaglio: ore 17.30. Rouge. Azione Urbana Teatrale a cura degli operatori della Fondazione Goldoni e Nuovo Teatro delle Commedie. Ore 17.40, da Cavalleria Rusticana di Pietro Mascagni “Gli aranci Olezzano” con la Corale Pietro Mascagni, Corale Domencio Savio, Corale Rodolfo Del Corona, Corale Guido Monaco, Accademia Vocale Città di Livorno, Corale Filippo De Monte, Joyful Gospel Ensemble, Jubilation Gospel Choir al piano Giorgio Maroni, dirige Laura Brioli.
Ore 17,45, Intermezzo poetico con Simone Casalini e Ginevra Pfeiffer, Centro Artistico “Il Grattacielo”;
ore 17,50, “Livorno” di Piero Ciampi con Bobo Rondelli e i cori della città al piano Fabio Marchiori
dirige Riccardo Pagni. Seguirà il saluto delle autorità, alle ore 18,15 taglio del nastro e apertura del Museo alla cittadinanza. Alle ore 18,15/18,55 circa (all’interno del Museo) “Uno e Ogni Uno”. Livorno_Cantieri del Gesto 2018: Virgilio Sieni – Centro Nazionale di Produzione. Interpreti: Compagnia Virgilio Sieni e cittadini di Livorno. Ore 19, Quasibarocco Ensemble dell’Istituto Studi Superiori Musicali “Pietro Mascagni” con Alice Creatini, Giovanni Cavicchia, Martina Gremignai, Desireè Del Santo, Sofia Pieraccini – flauti; Simone Dei – contrabbasso e Tullia Niccolini – clavicembalo. Programma: J. Boismortier dal Concerto a cinque op. 15 n. III Allegro J. C. Bach dal Trio in sol maggiore per 2 flauti e basso continuo Presto, A. Vivaldi da “Il Pastor fido” Sonata VI in sol maggiore Cantabile – Allegro J. Boismortier dal Concerto a cinque op. 15 n III Allegro a cura del M° Mauro Rossi, docente di flauto dell’Istituto Mascagni. (Nella foto: Iconostasi all’interno del Museo)

La cittadinanza è invitata

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,