Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Settembre 2020

Livorno, capitale mondiale della soft-robotica dal 24 al 28 aprile 2018


(Ruggero Morelli) Livorno, 21 dicembre. Livorno sarà capitale mondiale della soft-robotica dal 24 al 28 aprile del 2018. La conferenza organizzata dall’istituto di biorobotica della Scuola Sant’Anna si terrà nei locali dell’Hotel Palazzo e del Centro Pancaldi. Dopo la settimana della soft-robotics dell’aprile 2016, e proprio a seguito del successo di quell’evento, il prossimo vedrà la presenza di scienziati e ricercatori di tutto il mondo. Sarà la prima conferenza mondiale sul tema con l’autorevole avallo della IEEE – triple e – https://www.ieee.org IEEE Robotics and Automation Society Membership, società che conta 400.000 soci di 160 paesi. L’evento è presentato nel sito dell’Istituto che ha sede nei locali ex Piaggio a Pontedera e nel laboratorio della Scoglio della Regina a Livorno (nella foto, l’esterno del centro di biorobotica) www.robosoft2018.org . Il settore della robotica morbida è cresciuto significativamente nell’ultimo decennio e ha portato a risultati significativi per principi, modelli, tecnologie, tecniche di fabbricazione per robot morbidi e in aree interdisciplinari come materiali funzionali morbidi, elettronica e biologia estensibili. Il quadro teorico della robotica morbida include la creazione di modelli e il controllo e la capacità computazionale della dinamica del corpo morbido, cioè “calcolo morfologico”. Diventa possibile l’ applicazione di robot soft in diversi campi, dalle esplorazioni alle applicazioni biomediche.
La conferenza mira a fornire uno spazio adeguato per discutere le sfide della robotica morbida nella ricerca e nelle applicazioni, in campo internazionale. Data la giovane area e la vivace comunità interdisciplinare che si è sviluppata attorno alla robotica morbida, una conferenza internazionale su questo argomento è estremamente attuale e importante per ulteriori sviluppi in questo campo, per produrre nuove scienze, nuove tecnologie e nuove opportunità per le applicazioni. La conferenza sarà molto adatta anche ai giovani ricercatori e agli studenti. La natura interdisciplinare della robotica morbida conferisce alla conferenza il potenziale per attirare i partecipanti da più discipline e le attuali aspettative in materia di robotica morbida forniscono il potenziale per attirare i partecipanti provenienti dalle aziende”. Cecilia Laschi, ordinario di bioingegneria, dell’istituto di biorobotica sarà la General Chair. La aiuteranno nel programma di lavori Fumiya Lida e Kyujin Cho. Barbara Mazzolai – coordinatrice del Centro di Micro-Biorobotica dell’ Istituto Italiano di Tecnologia (Itt), guiderà la sessione interdisciplnare. Tra gli speaker il professor Paolo Dario, ordinario di robotica biomedica, direttore dell’istituto di biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna.
Ieee è la principale associazione professionale per il progresso della tecnologia. Con oltre 400.000 membri in più di 160 paesi è anche la più grande società professionale tecnica del mondo. Attraverso la sua adesione globale, Ieee è un’autorità leader in settori che vanno dai sistemi aerospaziali, computer e telecomunicazioni all’ingegneria biomedica, energia elettrica, elettronica di consumo e molte altre aree tecniche. I membri si affidano all’Ieee come fonte di informazioni tecniche, professionali, risorse e servizi. Per favorire un interesse per la professione di ingegnere, Ieee serve anche studenti membri in college e università di tutto il mondo, fautori della professione e aiuta a introdurli nelle carriere tecnologiche. ruggeromorelli@libero.it