Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

27 Settembre 2020

Chiesa italiana ed Islam per una società multiculturale e multietnica?


Livorno, 22 marzo – La Chiesa cattolica italiana e l’Islam, quali passi da compiere? E’ possibile costruire ponti tra Islam e Cristianesimo o soltanto muri di reciproche paure? Su queste tematiche si apre oggi, mercoledì 22 marzo, e proseguirà domani, giobedì 23, il simposio interreligioso presso il centro diocesano casa di esercizi spirituali Alma Pace, viale Vespucci, 50. Numerosi gli interventi.
Relatori Cristiano Bettega, delegato nazionale della CEI per il dialogo ecumenico e interreligioso, sacerdote della Diocesi di Trento, direttore nazionale per il dialogo interreligioso. Intervento introduttivo:”Possibilità e prospettive del dialogo tra cristianesimo e islam”; illustrazione della situazione italiana e guida delle linee degli interventi per la prima giornata.
Antonio Cuciniello, arabista e islamologo; docente, di fede cristiana, al Master “Fonti, storia, istituzioni e norme dei tre monoteismi” presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano,
presenterà i documenti cristiani cattolici e islamici che invitano a reciproca conoscenza e dialogo.
Ibrahim Gabriele Iungo, docente, di fede musulmana, in Teologia islamica e di Storia del pensiero Islamico contemporaneo, al Master presso l’Università Cattolica di Milano, interverrà su “La centralità dell’educazione spirituale: nel dialogo inter-religioso, nel contrasto ai fondamentalismi, e nella cultura delle società”. Izzedin El-Zir, imam di Firenze, Presidente della Comunità Islamica di Firenze e Toscana e Presidente dell’UCOII parlerà su “Il ruolo del dialogo Interreligioso nella convivenza armonica”. Yassine Lafram, coordinatore centro islamico di Bologna; Segretario nazionale dell’UCOII; Docente al Master “Diritti Umani Migrazioni Sviluppo” presso il Campus di Ravenna, Università di Bologna, interverrà su “La moschea come presidio per il dialogo”. Claudio Monge, padre domenicano italiano, animatore del DoSt-I (Dominican Study – Istanbul), docente dell’Università di Friburgo, teologo cristiano. Intervento: ” L’importanza di una via antropologica nel dialogo islamico – cristiano”
Adnane Mokrani, teologo musulmano, docente di islamistica al Pontificio Istituto di studi arabi e d’islamistica; presidente del Cipax. Intervento: ” Le sfide e le priorità dell’essere musulmano italiano europeo”
Il programma odierno,mercoledì 22 dalle ore 9,30. “Quali passi richiede l’attuale dialogo islamico-cristiano?” (Introduzione alla situazione attuale del dialogo islamico-cristiano in Italia e nel mondo)
Interverranno: Claudio Monge ” L’importanza di una via antropologica nel dialogo islamico – cristiano”
Cristiano Bettega “Possibilità e prospettive del dialogo tra cristianesimo e islam”
Izzedin El Zir “Il ruolo del dialogo Interreligioso nella convivenza armonica”
Alle ore 17.30 dibattito sulla possibilità di una società dialogante e multi-etnica. “E’ possibile un Islam non integralista?”. Interverranno Claudio Monge, Adnane Mokrani Yassine Lafram “La moschea come presidio per il dialogo” (ripresa TV) Dalle 17.30 alle 19.30
Domani, giovedì 23 marzo 2017, alle ore 9.30 “Possibilità educative nel confronto con l’integralismo e confronto sui punti in comune della vita spirituale religiosa.” Interverranno: Antonio Cuciniello “Documenti cristiani cattolici e islamici che invitano a reciproca conoscenza e dialogo” Ibrahim Gabriele Iungo “La centralità dell’educazione spirituale: nel dialogo inter-religioso, nel contrasto ai fondamentalismi, e nella cultura delle società” Adnane Mokrani ” Le sfide e le priorità dell’essere musulmano italiano europeo”. Dalle 9.30 alle 11.30 interventi; 30 minuti per ciascun relatore. Dalle 11.30 a 12.30 confronto/dibattito e conclusioni.