Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

La Cpl con un gruppo cinese per investire sul porto, incontro in Regione


(Massimo Masiero) Livorno, 21 marzo – Si profila una prospettiva di grande respiro per il porto di Livorno ed in particolare per la piattaforma Europa. La China Railway International Group, cinquantasettesima società mondiale per fatturato e oltre trecentomila dipendenti, che gestisce le ferrovie cinesi e opera nei settori delle opere pubbliche, dell’edilizia e dei trasporti, ha mostrato interesse per il progetto di sviluppo dello scalo marittimo. Il presidente della holding, Chen Shiping, i suoi collaboratori ed i dirigenti della Compagnia Lavoratori Portuali, che li hanno accompagnati si sono incontrati a Firenze, a Palazzo Sacrati Strozzi, con il presidente della Regione Enrico Rossi, che è stato invitato a partecipare alla riunione con gli imprenditori in Cina. Una dimostrazione di cortesia, che può essere foriera di nuovi sviluppi.
L’aspetto positivo emerso dall’incontro è che la delegazione cinese si è mostrata interessata alla realizzazione della Piattaforma Europa nel porto di Livorno e dovrebbe partecipare alla manifestazione di interesse che scade alla fine del prossimo mese di maggio. Lo sottolinea la Regione Toscana.
Ai colloqui, che si sono svolti in un clima di grande cordialità, erano presenti il capo ingegnere e general manager del settore marketing, Yuan Zuoxiang, Kenny Song, presidente della finanziaria del Gruppo cinese, il presidente dalla Compagnia Portuale di Livorno, Enzo Raugei e Vanni Bonadio, in rappresentanza di Logistica Toscana.
Shiping si è detto molto interessato ad investire a Livorno poichè in Toscana ci sono numerose infrastrutture e ha tenuto a sottolineare che il suo gruppo non si limita a costruire, ma si occupa anche di investimenti e di gestione. “E allora – ha replicato Rossi – per voi investire a Livorno risulterà facilissimo. Se lo farete potrete contare sulla collaborazione da parte del mio ufficio e degli altri della Regione per una pronta risoluzione degli adempimenti burocratici. Il vostro sarà un investimento graditissimo, che intensificherà le relazioni commerciali tra Italia, Europa e Cina”.
Il presidente Rossi ha poi illustrato tutte le opere realizzate e in corso di realizzazione nel porto di Livorno, dal collegamento ferroviario diretto con la rete nazionale, allo scavalco ferroviario che collegherà porto ed interporto, al ruolo decisivo che può giocare il vicino aeroporto di Pisa.
La visita di oggi è il risultato di una impegnativa iniziativa della Compagnia Portuale di Livorno, che ha inviato i suoi dirigenti in Cina nel dicembre del 2016 con l’obiettivo di individuare partner di livello internazionale e in grado di far fronte ai selettivi parametri del bando di gara. Domani, mercoledì, è previsto un incontro a Roma con il ministro dei trasporti Del Rio e giovedì con il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dell’Alto Tirreno, Stefano Corsini.
I colloqui fiorentini sono considerati essenziali perchè la Regione Toscana ha fatto dello sviluppo del porto di Livorno uno dei punti più qualificanti del programma della attuale legislatura.
China Railway International Group ha posto in rilievo l’intesa raggiunta con la Compagnia Portuale confermando l’interesse a costruire il terminal e a partecipare alla sua gestione. Il Gruppo, il cui principale azionista è lo Stato, ha legato il suo coinvolgimento verso il porto di Livorno per la grande potenzialità di sviluppo dello scalo, associata al piano regolatore recentemente approvato. Il gruppo, che gestisce le ferrovie cinesi, ha inoltre evidenziato che Livorno con la sua posizione baricentrica nel Mediterraneo, i collegamenti intermodali di primaria importanza, il recente raccordo ferroviario, ha per i prossimi anni la possibilità concreta di divenire uno centro d’interscambio primario per le merci da e per l’Europa. masierolivorno@gmail.com