Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Settembre 2020

Livorno. Parata delle Marinerie estere e ricevimento in Comune


Livorno – 27 aprile. Le Marinerie Estere, che partecipano alla Settimana Velica Internazionale hanno sfilato, questa mattina, in parata dal porto fino al Palazzo Municipale, precedute e accompagnate dalla Banda dell’Accademia Navale. Gli equipaggi, appartenenti a 17 nazioni, capitanati dai team leaders, sono riuniti nella sala cerimonie per il saluto della città ed il tradizionale scambio di doni.
Li ha accolti il sindaco Filippo Nogarin con un saluto caloroso a nome di tutta la città che proprio in questi giorni ospita la competizione.
“Oggi – ha esordito – con la sfilata dei Team Leaders e degli equipaggi delle Marine estere la Settimana Velica entra nel vivo delle sue iniziative e tocca uno dei suoi punti più alti e suggestivi. Sono particolarmente lieto di ospitare per la prima volta, insieme ai team Leaders, gli equipaggi al gran completo, e di condividere anche con loro questo momento di festa e di amicizia. Finché non è cominciata questa mia esperienza politica, da sportivo e amante del mare quale sono, partecipavo regolarmente alle regate: so bene, dunque, che in poche discipline come nella vela esiste uno spirito di squadra così forte. E lo spirito di squadra è elemento fondamentale per il raggiungimento di qualsiasi obiettivo.La vostra presenza qui oggi ne è la più bella e viva rappresentazione”.
“Oggi Livorno apre letteralmente le braccia a questo importante evento -ha proseguito- accogliendo nelle sue strade e nelle sue piazze i colori, la musica e l’entusiasmo che lo rappresentano. Non è solo un momento di festa ma anche un atto simbolico perchè sottolinea, una volta di più, l’antico rapporto di collaborazione e di amicizia che lega la città all’Accademia Navale e al mondo della marineria”.
Diciassette sono quest’anno le marinerie estere che partecipano alla Settimana Velica: Belgio, Bulgaria, Cina, Egitto, Germania, India, Italia, Polonia, Portogallo, Qatar, Romania, Serbia, Spagna, Sri Lanka, Tunisia, Emirati Arabi e Regno Unito
“Il numero conferma – ha concluso -l’internazionalità di un evento agonistico tra i più importanti del bacino mediterraneo, che ha anche un alto valore culturale, perchè favorisce lo scambio e l’incontro tra nazioni diverse, ciascuna portatrice di verità e storie che ne definiscono l’identità. Credo che se riuscissimo a portare le intenzioni, i valori e l’entusiasmo che ci vedono riuniti in questi giorni in tutti gli altri ambiti della vita, non potremmo che avere una società e un mondo migliori. Da appassionato della vela, lasciatemi dire anche che le regate sono spesso un’esperienza umana impagabile. Perchè per scendere in mare, in qualsiasi condizione di vento, occorrono umiltà, impegno, prontezza di riflessi e coraggio.
Valori che dovrebbero accompagnare la storia di ognuno e che sicuramente vivono in tutti coloro che collaborando insieme, proprio come una vera squadra affiatata, sono riusciti a regalarci lo spettacolo esaltante di questi giorni. Mi riferisco al personale dell’Accademia Navale, degli uffici comunali, ai circoli velici cittadini e a tutti i vari soggetti privati e non che hanno lavorato in questi mesi a questo scopo. Buon vento a tutti e che, come sempre, vinca il migliore!”