Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Livorno, tanti libri da sfogliare negli incontri di fine settimana


(Ruggero Morelli) Livorno – dicembre. Alla libreria Erasmo è stato presentato il ”Carteggio Borzacchini – Sardelli 1964-2014” alla presenza del giovane e bravo scrittore Marco Malvaldi, autore di fama nazionale. Una bella ‘collaborazione’ tra Livorno, Pisa e Lucca. Un’altra intuizione della casa editrice Erasmo che ci regala di frequente pubblicazioni per valorizzare la nostra storia ed i nostri scrittori.
Per tutti il gruppo ‘Qwerty” con l’ottimo Raffaele Palumbo, che raccoglie oltre venti scrittori di racconti, e che lo scorso 6 dicembre ha presentato l’annuale raccolta ‘’Abbestia’’ ed. Erasmo.
Mercoledi 14 dicembre sempre nei locali della Erasmo, via Avvalorati, la Auser presenta ‘’Il principe che spostava le colline’’ di Giusy Colmo, ed.Castelvecchi; sempre mercoledi alle 18 Franca Bellucci presenterà il suo ultimo libro‘’Le ragioni dei fiori’’ ed Erasmo.
Domani giovedì 15 dicembre ci saranno in città ben tre presentazioni di libri: alla Biblioteca Labronica in villa Fabbricotti il volume ‘’Dal cosmo alla cosmesi’’ di Luisella Veroli ed.Iacobelli, leggerà alcuni brani Laura Cini. Al Tennis Club Livorno, villa Lloyd, Leonardo Gonnelli illustrerà il suo libro ”L’inizio dell’alfabeto”, edizioni Erasmo con letture di Antonio Ravanelli. Alla libreria Erasmo in via Avvalorati incontro su ‘’Il naso corto’’, una rilettura delle avventure di Pinocchio, di Daniela Marcheschi, ed.Edb. Ed infine sabato 17 dicembre sarà presentato alle 18 in libreria Erasmo il libro di Simone Fulciniti ‘’Arrivano i marziani’’.
E’ un dicembre di speranza nella nostra città, che pure ha molti problemi. Un ricordo va subito alle pubblicazioni della Rivista di Livorno che il Sindaco Furio Diaz fece riprendere nel 1951 durante la ricostruzione dalle macerie del dopoguerra. Sono gesti che segnano un periodo, sono esempi di imprenditori che possono dare stimoli ai giovani e conforto agli anziani.