Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

30 Settembre 2020

Le cerimonie del 2 e 4 novembre


Livorno – novembre. Il Comune di Livorno partecipa alle celebrazioni commemorative nazionali del 2 Novembre (Commemorazione dei Caduti) e del 4 Novembre (Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate) con una serie di cerimonie a cui prenderanno parte autorità civili, militari e religiose.
Il 2 novembre, alle ore 11.30, sarà deposto un cuscino di fiori del Presidente della Repubblica sulla tomba del Presidente Carlo Azeglio Ciampi al Cimitero della Misericordia. Si tratta di un momento istituzionale richiesto dal Cerimoniale del Capo dello Stato analogamente a quanto avviene in ogni sito ove sia sepolto un ex Presidente della Repubblica. A deporlo saranno il Prefetto ed il Sindaco di Livorno dando così avvio ad un appuntamento annuale di omaggio al Presidente livornese.
Mercoledì 2 novembre, giorno della Commemorazione dei Defunti, è prevista una cerimonia in ricordo dei Caduti di tutte le guerre e delle missioni di pace al Cimitero comunale della Cigna.
Le celebrazioni inizieranno alle ore 9.45 al Sacrario militare del Cimitero dove sarà celebrata la Messa. A seguire, alla presenza delle autorità cittadine e del Gonfalone della Città, saranno deposte corone in ricordo dei caduti. Visita ai monumenti funebri ai Caduti Partigiani, ai Garibaldini e ai Caduti nei Lager Nazisti.
Mercoledì 2 novembre, con efficacia a partire dalla mezzanotte del giorno precedente, in via don Aldo Mei (nell’intero piazzale antistante il cimitero) sarà in vigore il divieto di sosta con rimozione forzata, per consentire il momentaneo spostamento sul lato sud del piazzale dei banchi dei venditori ambulanti di fiori. Durante la mattinata di mercoledì , fino al termine delle cerimonie, su tutto il piazzale sarà in vigore anche il divieto di transito, eccetto veicoli adibiti ai servizi funebri e veicoli militari e di rappresentanza.
Celebrazioni del 4 novembre
Il 4 novembre 1918, con la vittoria a Vittorio Veneto e l’armistizio di Villa Giusti, per l’Italia si concludeva la Prima Guerra Mondiale, e si completava il ciclo di eventi che portarono all’Unità del Paese e alla definitiva formazione dello Stato Italiano.
Per la ricorrenza il Comune di Livorno ha fatto affiggere un manifesto con il programma delle iniziative e il messaggio del sindaco Filippo Nogarin alla cittadinanza.
Questo il testo del messaggio del Sindaco:
“Il 4 novembre di 98 anni fa l’Italia completava il suo cammino verso l’Unità nazionale. Oggi, a quasi un secolo di distanza, continuiamo a rendere omaggio a tutti coloro che non hanno esitato a sacrificare la loro vita pur di liberare il Paese dall’ingerenza dell’impero austro-ungarico.
La Prima Guerra mondiale è stata una delle più cruente della storia: 100.000 soldati italiani persero la vita nelle trincee, misurandosi con uno degli eserciti più potenti ed equipaggiati del mondo. Solo la determinazione e la forza di volontà permise alle truppe italiane di avere la meglio. La guerra tra gli Stati nazionali nel cuore del Vecchio Continente è oggi solo un brutto ricordo, ma le tensioni internazionali, la crescente spinta dei gruppi xenofobi e la difficoltà dell’Europa di affrontare in maniera unitaria le sfide della modernità – dall’immigrazione al contrasto alla povertà – rischiano di sfociare in nuovi, pericolosi, nazionalismi. Per questo bisogna tenere alta l’attenzione e fare in modo che nel cuore di ciascuno rimanga salda quella determinazione che 98 anni fa ci permise di sconfiggere il nemico e che oggi, invece, deve servire per difendere la pace. In questo senso va il nostro ringraziamento a tutte le Forze Armate che con il loro quotidiano operato anche in scenari internazionali contribuiscono, con umanità ed alto valore professionale, al mantenimento della pace conformemente ai principi della nostra Costituzione Repubblicana.“
Venerdì 4 novembre le celebrazioni cittadine inizieranno alle ore 10 in via Ernesto Rossi, con la deposizione di una corona al Bassorilievo al Partigiano, alla presenza dei rappresentanti delle istituzioni civili, militari e religiose della città. Successivamente (ore 10.20) le autorità e le rappresentanze si trasferiranno al Monumento ai Caduti in Piazza della Vittoria, dove è prevista la cerimonia ufficiale e la deposizione di corone. Alle ore 11, a Palazzo Comunale, nella sala delle Cerimonie, il sindaco Filippo Nogarin saluterà i rappresentanti delle istituzioni.
Per consentire lo svolgimento delle cerimonie, venerdì 4 novembre saranno in vigore le seguenti modifiche alla viabilità: dalle ore 7 per tutta la durata delle cerimonie: istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata (eccetto veicoli autorizzati, e con soppressione degli spazi di sosta a pagamento gestiti da Tirrenica Mobilità) su entrambi i lati di via Magenta; su entrambi i lati di piazza della Vittoria nella corsia compresa tra il Monumento ai Caduti e via Poggiali; in piazza della Vittoria nell’intero tratto antistante il Monumento ai Caduti e nell’area compresa tra il Monumento e via del Collegio; nel tratto costituito dall’intersezione via Rossi/via Goldoni/via Magenta; i veicoli delle autorità partecipanti alle cerimonie previste a Palazzo Comunale saranno autorizzati a sostare (da le ore 7 fino al termine delle cerimonie) nella carreggiata principale di viale Avvalorati (lato sud) compresa tra via della Madonna e piazza del Municipio; dalle ore 9.45 fino alla fine delle cerimonie: istituzione del divieto di transito nel tratto di via Ernesto Rossi compreso tra piazza Cavour e via Magenta, in via Magenta, in piazza della Vittoria nel tratto antistante il Monumento ai Caduti. Le linee di trasporto pubblico collettivo con provenienza da piazza Attias o da via Ernesto Rossi, saranno deviate in via Ricasoli.