Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

giovedì 22 Agosto 2019

Moggia, Pci: “Mai firmato il documento di Romiti, non rispetta la Costituzione”


Livorno, 19 maggio 2019 – “Dai social, oggi, sono venuto a sapere che ieri avrei firmato un documento di condanna di tutti gli estremismi e per la difesa della democrazia occidentale, un documento proposto durante un’iniziativa della Cgil, alla quale tra l’altro non ero nemmeno presente, dal candidato sindaco del Centrodestra, Andrea Romiti, che avrebbe però incassato l’adesione di tutti i presenti con la sola eccezione di Bruciati”.
A dichiararlo, direttamente a Costa Ovest, è il candidato sindaco del Partito comunista italiano, Luigi Moggia, che vuole invece precisare di non aver sottoscritto alcun documento: “Voglio qui affermarlo, per non eludere la domanda, che invece io non ho firmato e non firmerei mai un documento del genere, provocatorio in quanto, indicando una tipologia particolare di democrazia come occidentale, certamente non quella sorta dalla Resistenza e basata sui valori dell’antifascismo e della partecipazione, tenta in realtà di eliminare quei valori universali che sono invece indissolubili dal concetto stesso di democrazia e che non a caso sono sanciti dalla nostra Costituzione, come il diritto al lavoro e alla salute, ma anche all’integrazione sociale, all’accoglienza, al garantire asilo politico a chi fugge dai Paesi in guerra, distorcendoli volutamente al solo fine di ingabbiarli nella retorica della Destra che certa non mira a costruire una società rispettosa dei valori garantiti dalla nostra Carta fondamentale”.

Moggia, nel ribadire che “troppo spesso la nostra Carta costituzionale viene contorta e distorta per motivi biecamente politici”, interpellato dalla redazione di Costa Ovest precisa che “questo modo di fare politica è assai lontano dalla nostra cultura e formazione politica” e che “i valori fondamentali che la democrazia occidentale non rispetta sono la pace e la solidarietà internazionale e il ripudio della guerra come mezzo per risolvere le controversie internazionali”. E chiosa: “Sono certo che quella di Romiti è una provocazione, ma spiace, a quanto ne so, che quasi tutti i candidati abbiano firmato quel documento”.
Tra i presenti all’iniziativa della Cgil, ieri pomeriggio, solo Marco Bruciati di Buongiorno Livorno e Potere al Popolo non ha firmato il documento. Assente, oltre a Moggia del Pci, era infine anche Carina Vitulano di Livorno in Comune.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,