Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 19 giugno 2018

Natale in Fortezza, due giorni dedicati alla fiaba di Cenerentola


Livorno, 11 dicembre – “Natale in Fortezza” torna per il quinto anno consecutivo e sarà proprio la Fortezza Vecchia ad ospitare l’evento, sabato, 16 e domenica 17 dicembre, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, dedicato alla fiaba di Cenerentola, che è stata scelte in occasione del bicentenario dell’opera omonima di Gioacchino Rossini. L’iniziativa, presentata questa mattina a palazzo Rosciano, è stata anche l’occasione per presentare il consiglio della Porto 2000, che l’ha organizzata, presieduta da Luciano Guerrieri, con la collaborazione dell’Autorità Portuale e la Camera di Commercio della Maremma e del Tirreno, patrocinata da Comune di Livorno e Regione Toscana. Importante il contributo della Fondazione Livorno per l’aspetto culturale e le scenografie. L’ingresso sarà gratuito. Le due giornate sono state raccontate da Luciano Guerrieri e da Stefano Corsini, presidente dell’Autorità portuale e da Pierluigi Giuntoli, segreterio generale della Camera di Commerico. Piacciono molto ai bambini, avvicinano la città all’istituzione, è luogo per attrarre anche turisti, sono momenti di svago e di interesse per come sarà reso accattivante una favola di sempre. Cinque le zone di sosta: sala Canaviglia con la scena “Cenerentola e la Matrigna”; nel corridoio della Cannoniera altri due capitoli, “Cenerentola e le sorellastre” e “Cenerentola e la fata madrina”. Poi l’incontro al piano superiore nella sala della Cisterna, con “Cenerentola, il principe azzurro e la matrigna”, altro percorso per giungere al “Gran ballo” di Cenerentola ed il principe. L’altro incontro alla sala Ferretti con Babbo Natale al quale potranno essere consegnate le lettere dei bambini. Due le novità: la doppia entrata dal ponte girevole e dalla porta della Fortezza verso la città. I canti di Natale dei bambini di alcune scuole primarie risuoneranno nella chiesa del monumento con il coro di voci bianche e giovanile della Fondazione Goldoni. Hanno collaborato all’organizzazione l’associazione teatrale “Todomodo” di Emanuele Gamba, la “Ghiomelli Garden Center” e il service audio-luci “Promos”.

Riproduzione riservata ©

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,