Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Nuova ambulanza per i “senza dimora” da Cri e Rotary Livorno


(Massimo Masiero) Livorno, 8 giugno. “Sensibilità e concretezza per essere il più possibile vicini a coloro che hanno bisogno e per realizzare un costante impegno nella comunità in cui il Club è presente, insieme alla volontà e agli ideali, che caratterizzano lo spirito rotariano. Promuovere le attività di service, fare rete con le forze sane della città e trasformare le parole in azioni sono gli obiettivi principali del Club”. Lo ha sottolineato, nel ricordare la linea dell’attività rotariana, Augusto Parodi, presidente del Rotary, questa mattina, sulla banchina davanti allo “Yacht Club”, dove è stata consegnata al Comitato della Cri di Livorno l’autoambulanza, dotata delle più moderne attrezzature tecnico-sanitarie per sostenere il progetto dell’Unità di strada a favore dei senza fissa dimora, che i volontari hanno attivato da tempo con un servizio impegnativo insieme ad altri gruppi di comunità laiche e parrocchiali. “Portare sollievo materiale e morale a chi ha bisogno con alimenti, indumenti, cibi e coperte, ma anche con parole di conforto e di comprensione – ha detto Anna Braccini, presidente del comitato Cri di Livorno ringraziando per la consegna – è un momento di reciproca soddisfazione anche per coloro che utilizzano il loro tempo libero mettendolo a disposizione del prossimo”.
Da circa un anno il “Progetto Unità di strada”, promosso da Rotary Club e Rotaract, è stato portato avanti e concluso, consentendo l’acquisto del mezzo da parte della Cri, anche con il contributo degli sponsor. Sono stati realizzati due eventi per la raccolta fondi e di comunicazione, che hanno trovato supporto di cittadini privati. Il 20 ottobre 2016, Rotary e Rotaract hanno organizzato una sfilata di capi con la collaborazione della griffe Peuterey, e una ricchissima lotteria di beneficenza, che con gli altri sponsor Cuccuini, Gian Luca Rossi per Allianz Bank, Ottica Odello, Scotti Auto, ha consentito una cospicua raccolta. Il 7 dicembre 2016, l’anniversario della nascita di Pietro Mascagni è stata celebrata, con la co-produzione insieme alla Fondazione Teatro Goldoni, la seconda opera in cartellone della stagione lirica, “Il Tabarro” di Giacomo Puccini e arie dalla “Lodoletta” di Mascagni, a cura della Masterclass “Verismo Opera Studio” del Cantiere Lirico del Teatro Goldoni, finanziato dal Rotary Club, della Corale dell’Istituto Musicale Mascagni, e dell’orchestra del Teatro Goldoni, sede dell’evento. Gli sponsor: Banca Credito Cooperativo Castagneto Carducci, Benetti Azimut, Centro Sanitario di Perri G., Stefano Danieli, D’Alesio Group, Biancamaria Galli, Labromare, Neri, Palumbo.
L’Unità di strada della Croce Rosse Italiana è nata per intervenire sulle situazioni estremamente precarie dei senza fissa dimora con unità mobili che forniscono pasti e bevande calde, coperta e assistenza sanitaria. A Livorno ha proprie strutture, figure professionali e volontari per migliorare il servizio in città a sostegno alle associazioni già presenti sul territorio, che svolgono attività di consegna di cibo e vestiario e integrarli con nuovi servizi sanitario, psicologico e logistico. Inoltre offrire l’integrazione dei servizi esistenti con l’assistenza sanitaria con visite di propri medici per una funzione di prevenzione nei confronti dei senza fissa dimora e nei confronti di coloro che quotidianamente ne sono a contatto nei luoghi pubblici. Le attività dell’Unità di strada prevedono l’orientamento ai servizi territoriali ed un servizio di segnalazione di persone in situazioni di particolare disagio. I senza fissa dimora sono persone che hanno subito grossi traumi nella loro vita. Provengono da separazioni, lutti, disgregazione familiare. Da queste realtà si producono e sviluppano processi che aumentano la povertà di relazione, che a loro volta causa perdite di lavoro, alcolismo, tossicodipendenza e disagio psichico. Nella foto:a sinistra Anna Braccini e Augusto Parodi.