Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 16 gennaio 2018

Omaggi a Ciampi, una piazza a Firenze e un cuscino di fiori a Livorno


Livorno. 9 dicembre – Carlo Azeglio Ciampi, che fu presidente della Repubblica, è stato ricordato questa mattina a Firenze e a Livorno, nel giorno in cui avrebbe compiuto, se in vita 97 anni. Nel capoluogo regionale, gli è stata dedicata una piazza, la rotonda tra viale Talenti e viale Etruria, che conduce alla variante stradale della Fi-Pi-Li, e che si volge verso il mare amatissimo dallo statista. Nella sua città natale, alla quale era sempre stato legatissimo, gli è stato deposto un cuscino di fiori alla tomba della cappella di famiglia, sopra quella del fratello Paolo, al cimitero della Misericordia.
A Firenze il sindaco Dario Nardella ha ritenuto doveroso ricordarlo come antifascista, prima di tutto, con un atto concreto di riconoscenza, dopo l’approvazione della giunta e l’attuazione della decisione adottata, proprio nel giorno del suo compleanno. Alla cerimonia hanno partecipato anche i figli. Claudio, che era presente anche martedì scorso nell’aula magna del liceo classico Niccolini-Guerrazzi alla consegna agli studenti delle borse di studio dedicate a Carlo Azeglio Ciampi dall’associazione ex-allievi Anna Aurili, era commosso per la dedica, la prima in Italia, inaspettata e gradita, anche se era stato avvisato telefonicamente dal sindaco di Livorno delle difficoltà sopraggiunte e del ritiro della proposta riguardante la Rotonda, località molto amata dal padre, ma, ha chiosato, “nemo profeta in patria”. Gabriella ha espresso il suo gradimento ed ha sottolineato come non vi deve essere alcuna comparazione tra i due eventi. Nogarin aveva ritirato la proposta per divergenze interne alla maggioranza pentastellata.
Al cimitero della Misericordia il sindaco Filippo Nogarin, dopo la deposizione del cuscino di fiori, si è detto convinto che arriverà il momento per l’intitolazione di uno spazio al presidente nella città natale. Ha ripetuto che la vicenda deve esulare dal significato di battaglia politica che si era tentato di darle. Ha comunque ricordato che l’omaggio di questa mattina è anche l’adempimento di un protocollo rispettato per ogni presidente Emerito della Repubblica. (Nella foto dell’agenzia Ansa di Firenze, il sindaco Nardella al momento dello scoprimento della targa dedicata a Carlo Azeglio Ciampi).

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,