Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

21 Ottobre 2020

Opinioni in pillole di Luciano Ferrari


Livorno, 4 marzo. Il lavoro manca,ma quel poco che c’è è conteso dai robot,è necessaria un’alleanza,senza la quale la disoccupazione aumenterà.Non solo ma si arriverebbe ad un paradiso terrestre,mangiare senza lavorare.Ma il lavoro nobilita e favorisce le attività mentali senza le quali l’uomo torna indietro pericolosamente.

Il calcio non è più quello di una volta.Avete fatto caso che il campo di calcio è divenuto un teatro con non solo calciatori ma prima di tutto attori.Le chiome dei calciatori impegnano oggi parrucchieri che sono ormai degli artisti delle chiome.Bambini che reclamano un taglio bizzarro alla calciatore.I vecchi calciatori si contentavano di apparire nelle figurine,oggetto di scambi tra ragazzini.Oggi sono attori che muovono miliardi, gestiti da un vecchio calciatore,Cantonat.ci sono però delle eccezioni,un calciatore che non si fa riconoscere,porta la pizza ai poveracci.

Fonti della Chiesa riportano le lamentele delle suore costrette a fare da cameriere ai preti. Perfino nella chiesa si palesa la voglia di emancipazione della donna.Questo desiderio viene da lontano,fin dalla pittura del rinascimento quando l’annunciazione veniva effigiata con la madonna che sovrasta talora l’arcangelo Gabriele(si pensi a Pier Della Francesca).
Questo vento di affermazione e di libertà si palesa in tutti gli aspetti della società civile e religiosa.Tuttavia nella chiesa protestante qualche cardinale è ora donna.

Per caso, guardi la televisione e ti capita di vedere un film, poco noto, ma di grande rilevanza, oggi. Titolo,suggestivo “Un eroe borghese”,personaggio l’avvocato Ambrosoli, ucciso sotto casa dalla mafia o qualcosa di simile. Oggi ci sarebbe bisogno di un eroe borghese, ma, il nostro è uno strano paese. Si dice, guai a quel paese che ha bisogno di eroi. Noi non ne abbiamo molti, ma talora ci vorrebbero, magari dopo il 4 marzo. Intanto si comincia in Slovacchia a uccidere un eroe giornalista, fatto fuori dalla nostra ‘ndrangheta.