Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

venerdì 22 marzo 2019

Pari amaro per il Livorno che avrebbe meritato la vittoria col Cittadella, 0 a 0


(Marco Ceccarini) Livorno, 24 novembre 2018 – Tanto impegno, ma niente gol. Il Livorno di Breda, alla prima in casa, non va oltre lo 0 a 0 contro il Cittadella di Venturato, ben disposto in campo. Gli amaranto hanno mostrato una buona personalità e non hanno fatto mancare l’impegno, cercando a più riprese la rete decisiva, ma il Cittadella ha saputo difendersi con ordine, anche se ha chiuso il match in dieci uomini a causa dell’espulsione di Finotto, avvenuta a meno di dieci minuti dalla fine per un fallo di reazione su Gasbarro.

Il Livorno ha concluso la partita in avanti, con il Cittadella in difficoltà, ma l’assenza del gol, alla fine, ha condizionato e condiziona il giudizio, anche se sul risultato finale, innegabilmente, pesa il rigore non concesso al Livorno dopo una decina di minuti di gioco nel corso della ripresa.

Gli amaranto avevano iniziato bene. Al 6′ del primo tempo Valiani ha colto un clamoroso incrocio dei pali. Il Cittadella, però, ha dimostrato di saper reagire e si è reso più volte pericoloso nel corso della prima frazione.

Anche nel secondo tempo il Livorno ha iniziato a spron battuto. Al minuto 10 Diamanti ci ha provato con una punizione dal limite concessa per un fallo del portiere Paleari su Murilo. Il fallo era stato però commesso in area. Invece l’arbitro Baroni, dopo aver indicato il dischetto, ha optato per una punizione dal limite, ammonendo al contempo Paleari. Il tiro del fantasista amaranto è stato deviato dalla barriera.

Neanche un quarto d’ora dopo, in ogni caso, è stato il Cittadella a recriminare per un rigore non concesso. Al 23′ Murilo ha trattenuto Settembrini in area e Baroni ha lasciato correre.

Al Livorno è mancato il gol, ma non ha demeritato. Gli amaranto avrebbero anche meritato la vittoria, che è stata loro negata da una svista dell’arbitro, ma l’asfitticità del reparto offensivo, al di dell’errore di Baroni, ha condizionato il risultato finale.

Livorno (3-5-2): Zima; Gasbarro, Dainelli, Bogdan; Valiani, Agazzi (29′ st Luci), Diamanti, Rocca, Fazzi (40′ st Iapichino); Murilo, Raicevic (18′ st Giannetti). All. Breda.

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Frare, Camigliano, Benedetti; Settembrini (25′ st Proia), Iori, Branca; Schenetti (29′ Siega); Finotto, Strizzolo (1′ st Scappini). All. Venturato.

Arbitro: Baroni di Firenze.

Note: pomeriggio mite, campo in buone condizioni, spettatori 4986 per un incasso di 39923 euro comprese le quote abbonati; 38′ st espulso Finotto del Cittadella; ammoniti Strizzolo, Settembrini, Iori,Paleari e Benedetti del Cittadella; angoli 6 a 4 per il Livorno; recuperi 2′ pt e 5′ st.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,