Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

22 Maggio 2024

Un momento della cerimonia (foto Rotary)

Per iniziativa del Rotary celebrato il 226esimo anniversario del Tricolore italiano


(Camelia Ceccarini) Livorno, 8 gennaio 2023 – Si è svolto ieri sera, sabato 7 gennaio, nel salone della Prefettura di Livorno, alla presenza delle massime autorità civili e militari, l’evento di celebrazione del 226esimo anniversario del Tricolore, bandiera nazionale italiana.

Con gli interventi degli storici Fabio Bertini e Marco Gemignani è stata illustrata la nascita e la storia del Tricolore e l’evoluzione del vessillo in ambito della Marina militare. Questi interventi si sono alternati ai momenti musicali.

Per iniziare, guidati dalla magnifica voce di Maria Torrigiani e dall’accompagnamento musicale della Fanfara dell’Accademia navale, diretta dal luogotenente Franco Impalà, è stata eseguita “La bandiera dei tre colori” con il ritornello cantato coralmente da tutti presenti. In un altro intermezzo musicale la Torrigiani ha cantato “La tirolese”.

Il cavalier Marzino Macchi, poi, ha spiegato il significato dell’Inno nazionale coadiuvato dalla Fanfara del maestro Impalà e dalla voce narrante di Marianna Pace. Al termine dell’incontro è stato eseguito l’Inno nazionale, che è stato cantato da tutti i presenti.

Al tavolo della presidenza, con gli storici Bertini e Gemignani, erano presenti il presidente del Rotary Livorno, Gian Luca Rossi, il prefetto di Livorno, Paolo D’Attilio, e l’assessore Rocco Garufo in rappresentanza del Comune di Livorno.

L’iniziativa è stata promossa dal Distretto toscano del Rotary in occasione del 226esimo compleanno del Tricolore italiano, nato il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia per volere della Repubblica Cisalpina, con il patrocinio delle Prefetture toscane, della Regione Toscana e di molti Comuni e il pieno supporto delle Istituzioni.

Gli eventi celebrativi, denominati “Omaggio alla Bandiera”, si sono svolti in contemporanea in cinque città toscane: Firenze, Carrara, Grosseto, Siena e Livorno. Nel complesso sono stati coinvolti oltre quaranta club tra Rotary, Rotaract e Interact. L’attività è rientrata nella cosiddetta “azione di pubblico interesse”, una delle cinque vie di azione del Rotary nel mondo.

La Giornata del Tricolore è stata istituita con legge a fine 1996 con l’intento di celebrare il bicentenario della nascita a Reggio Emilia della bandiera italiana, che avvenne ufficialmente il 7 gennaio 1797 con l’adozione ufficiale del Tricolore da parte della Repubblica Cispadana, Stato napoleonico sorto l’anno precedente e dipendente dalla Prima repubblica francese. I tre colori nazionali italiani comparvero per la prima volta a Genova il 21 agosto 1789 sulla coccarda italiana tricolore circa un mese dopo lo scoppio della Rivoluzione francese, l’11 ottobre 1796, e furono utilizzati per la prima volta a Milano su uno stendardo militare, ma il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia, per la prima volta, il Tricolore fu adottato ufficialmente da uno Stato italiano sovrano.

Nel suo intervento di saluto, Nello Mari, governatore del Distretto 2071 del Rotary International, in altre parole dell’area toscana, ha lanciato un appello per il decoro delle bandiere.

“Il rispetto per il decoro delle bandiere è un dovere di tutti. Come cittadini vogliamo impegnarci a fare più attenzione ai vessilli esposti all’esterno degli edifici, segnalando i casi di particolare degrado. Una bandiera strappata o lasciata all’incuria del tempo è un pessimo segnale per tutta la comunità”, ha affermato Mari. “Il Rotary è un’associazione di servizio ed anche avere a cuore il rispetto delle regole è un servizio offerto alla comunità. Chiediamo agli oltre tremila rotariani toscani di farsi promotori di attività in favore del decoro delle bandiere. Non possiamo restare spettatori inerti di fronte a inaccettabili situazioni di degrado o anche, più semplicemente, davanti a una bandiera esposta in disordine”.

Tags: , ,