Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 26 marzo 2019

Proficuo incontro tra Nogarin e Mazzerbo a Palazzo Civico


Livorno, 11 marzo 2019 – E’ durato poco meno di un’ora l’incontro tra il sindaco di Livorno, Filippo Nogarin, e il nuovo direttore del carcere di Livorno, Carlo Mazzerbo, che ha competenza anche sulla casa di reclusione di Gorgona.
A renderlo noto, attraverso un comunicato stampa, è l’ufficio comunicazione del Comune di Livorno. L’incontro si è svolto a Palazzo Civico, sede del Comune di Livorno.

“Oggi si apre una nuova stagione nei rapporti tra l’amministrazione comunale e l’amministrazione penitenziaria – sottolinea il sindaco -. Sono molto felice di questa nomina e so che con il dottor Mazzerbo la collaborazione sarà estremamente proficua”.

Un lavoro iniziato proprio oggi con un incontro operativo e tutt’altro che formale, cui hanno partecipato, tra gli altri, il Garante comunale per i diritti dei detenuti, Giovanni De Peppo, il presidente e il vicepresidente del Parco nazionale dell’arcipelago toscano, Giampiero Samurri e Stefano Feri.

“Il nostro obiettivo in questo momento – spiega il sindaco – è accelerare sui progetti di rieducazione e di reinserimento lavorativo che abbiamo avviato negli ultimi anni. Presto sigleremo un importante protocollo che ha come obiettivo quello di dare ad alcuni detenuti la possibilità di mettersi a disposizione della città, restituendo qualcosa alla collettività”.

“L’altro grande progetto – aggiunge Nogarin – riguarda l’isola di Gorgona. Siamo pronti a ripristinare il progetto scaduto a settembre con il Parco nazionale dell’arcipelago toscano, per abbattere i consumi energetici dell’isola rendendola autosufficiente”.

“Da parte mia coltivo un sogno – commenta Mazzerbo -: il mio obiettivo è che l’Isola di Gorgona possa diventare davvero parte della città di Livorno e che possa essere vissuta come un vero e proprio laboratorio ambientale e trattamentale. Le condizioni perché questo sogno si avveri ci sono tutte, ora dobbiamo dargli gambe”.

“Allo stesso tempo – conclude Mazzerbo – è necessario prestare la massima attenzione alla struttura delle Sughere, che presto sarà interessata da importanti investimenti”.

E il prossimo appuntamento è proprio alle Sughere. Nei mesi scorsi il sindaco ha infatti ripetutamente sollecitato il capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria, Francesco Basentitni, a effettuare una visita alla casa circondariale di Livorno.
L’invito è stato accolto e martedì 26 marzo alle ore 12, il capo del Dap effettuerà un sopralluogo presso la struttura in compagnia del sindaco e del nuovo direttore del carcere.
“Sarà l’occasione – commenta il Garante per i diritti dei detenuti, Giovanni De Peppo – per chiedere un impegno formale all’amministrazione penitenziaria a investire con determinazione sull’area trattamentale delle Sughere. Le risorse per sistemare alcune criticità all’interno del penitenziario, penso ad esempio alle docce, sono state stanziate. Così come quelle per estenderne la capienza. Ora è necessario fare altrettanto sull’area trattamentale”.

Carlo Mazzerbo è nato a Catania il 27 giugno 1957. Nominato direttore della Colonia agricola di Gorgona nel 1989, ha ricoperto questo incarico fino al 2005. Fino all’11 febbraio 2019, prima di essere nominato direttore del carcere di Livorno, è stato direttore del carcere di Massa Marittima. A Livorno prende il posto di Santina Savoca.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,