Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Progetto Filippide, cittadini e ragazzi uniti nello sport


Livorno, 4 settembre 2017 – Si svolgerà giovedì 7 settembre, a Livorno e in altre dieci città italiane, il Multisport Day, una giornata dedicata a manifestazioni sportive che vedranno insieme cittadini e atleti affetti da autismo.
Si tratta dell’iniziativa con maggiore rilevanza esterna organizzata nell’ambito del Progetto Filippide, un percorso ideato in Italia che giorno per giorno vede impegnati negli allenamenti sportivi i ragazzi con autismo, per valorizzarne le potenzialità e guidarli verso un’integrazione ottimale nella società.
A Livorno è prevista una gara ludico-sportiva, non competitiva, con raduno alle ore 9.30 di giovedì 7 settembre alla Terrazza Mascagni. Dal punto di ritrovo gli atleti si dirigeranno verso l’Accademia fino al Monumento al Marinaio per poi ritornare indietro, lungo un percorso di 3 km che potrà essere fatto, a scelta, di corsa o camminando.
A tutti i partecipanti sarà consegnata la maglietta dell’evento.
Quest’anno il Multisport Day si terrà in concomitanza con la settimana ECAP, che dal 6 al 10 settembre vedrà coinvolte (a Roma e nelle altre città sedi del progetto) dodici delegazioni europee, allo scopo di esportare il sistema Filippide anche al di fuori dei confini nazionali, con l’obiettivo di farne adottare e applicare la metodologia in un contesto europeo. Nel 2016, infatti, il Progetto Filippide è risultato vincitore del bando europeo ERASMUS Plus+ con il progetto European Competition for Autistic People (ECAP). In pratica, un mandato a sviluppare il Progetto Filippide in Europa.
L’iniziativa è stata presentata in ub incontro con la stampa a Palazzo Comunale. Erano presenti i ragazzi dell’associazione, l’assessore allo sport Andrea Morini, la presidente dell’associazione Progetto Filippide Livorno, Malén Tortajada, gli operatori e i volontari che sostengono e curano il progetto.
La presidente Tortajada ha illustrato i risultati raggiunti dall’associazione nell’integrazione dei ragazzi, affinché le persone affette da questa sindrome siano considerate innanzitutto “persone” e non autistici. Nel ringraziare l’Amministrazione comunale per la collaborazione e la disponibilità dimostrata in tutti questi anni, la presidente ha rivolto un appello alla città, perché c’è sempre bisogno di nuovi volontari pronti a farsi coinvolgere nel progetto.
L’assessore Morini (nella foto, secondo da sinistra con i ragazzi)ha sottolineato come l’Amministrazione comunale e il suo assessorato siano impegnati nel far crescere sempre più lo sport per disabili, e ha riferito di aver assistito a diverse manifestazioni nelle quali erano impegnati i ragazzi del Progetto Filippide, e di essere rimasto colpito dalla forza e dall’energia che profuse nelle varie attività sportive praticate.