Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

15 Gennaio 2021

Rapinata tabaccheria in via Garibaldi, il commesso in stato di choc


Livorno, 19 febbraio 2019 – Pistola in faccia al tabaccaio, casco in testa, poi la fuga con l’incasso, circa seicento euro, messo dentro lo zaino. Rapina a mano armata nel pomeriggio di ieri, lunedì 18 febbraio, alla tabaccheria Nevini e Galli di via Garibaldi. In quel momento, al lavoro, c’era il loro unico dipendente, un uomo di 47 anni, che si è trovato dunque di fronte al bandito, che forse ha agito con l’aiuto di un complice e poi è scappato in scooter verso piazza Barriera Garibaldi.

E’ la prima volta, secondo quanto raccontato dai titolari, Maurizio Nevini e Barbara Galli, che si registra un furto in quella tabaccheria, almeno da quando è di loro proprietà. Sul posto è subita intervenuta la Polizia con una volante e due agenti della Scientifica per i rilievi. E’ inoltre intervenuta un’ambulanza della Svs, inviata dal 118, per assistere il commesso in evidente stato di choc.

Secondo quanto riferito dal commesso alle forze dell’ordine, il ladro avrebbe parlato senza alcuna inflessione dialettale, per cui si ritiene che sia italiano. Sul bancone sarebbero state trovate alcune impronte digitali, ma solo le analisi della Scientifica chiariranno se appartengono a chi lavora nella tabaccheria o al rapinatore, che pare non avesse i guanti.

La rapina di via Garibaldi presenta delle analogie, secondo quanto si apprende, con quella avvenuta nella notte tra sabato e domenica nel parcheggio del cinema The Space, dove una donna di 35 anni è stata affiancata da due uomini in scooter che, minacciandola con una pistola, le hanno sottratto la borsetta.