Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Riaperta la Biblioteca d’Arte del Museo Fattori


Livorno – novembre. E’stata riaperta al pubblico, dopo il ripristino funzionale della struttura, la Biblioteca d’Arte del Museo “Giovanni Fattori”, situata all’interno della chiesina sconsacrata del complesso di Villa Mimbelli, in via San Jacopo in Acquaviva.
La Biblioteca è stata restaurata con il finanziamento della Fondazione “Maurizio Caponi”, nella parte esterna e interna: revisionata la copertura, ripristinata la facciata, modificati i discendenti che causavano infiltrazioni, lucidato il pavimento e ripristinato il portone vetrato. Completamente nuovi anche gli arredi e l’impianto luci.
La Biblioteca d’Arte si presenta totalmente rinnovata e pronta a rendere consultabile il proprio patrimonio librario specialistico per gli studi d’arte. E’ parte del sistema bibliotecario nazionale e inserita nel polo bibliotecario livornese, che fa capo alla Biblioteca Labronica. Raccoglie infatti circa 12mila volumi di storia dell’arte, molti dei quali rari o rarissimi. E’ specializzata in storia dell’arte tra ‘800 e ‘900 (ma non solo), comprende anche cataloghi di mostre realizzate in Italia e all’estero, di musei e gallerie.
La Biblioteca è stata inaugurata sabato scorso, in occasione dell’apertura del Villaggio di Natale allestito all’interno del Parco della Villa, alla presenza dell’assessore alla cultura Francesco Belais e della Fondazione “Maurizio Caponi” rappresentata dal presidente Angelo Nino Caponi e da Michela Caponi.
L’apertura al pubblico è dal lunedì al sabato, dalle 1o alle 13 alla sola consultazione dei volumi in quanto non viene effettuato il servizio di prestito.
Contestualmente al ripristino funzionale della chiesina sconsacrata, la Biblioteca d’Arte si espande grazie al rinnovo dei locali retrostanti, che erano stati sede dei Vigili di Circoscrizione. Sono due stanze, una a piano terra ed una al secondo piano, dove sono già stati collocati alcuni volumi d’arte. I locali fanno parte della Biblioteca e entro breve tempo saranno allestiti non solo per la consultazione di testi d’arte, ma anche a sale di studio e lettura per studenti con un orario prolungato al pomeriggio, come le altre sedi bibliotecarie cittadine.