Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

29 Settembre 2020

Riina e la morte dignitosa (2)


(Luciano Ferrari) Il dibattito su Riina si è progressivamente ampliato fino a determinare due schieramenti quelli favorevoli alla sua scarcerazione, quelli che lo vedono sempre in galera.Il dibattito è più importante di quanto si creda,specialmente ora che ci si trova difronte ad una offensiva del terrorismo.Qualche giovane dice :vado a fare il terrorista,come una volta si diceva vado in Spagna a battere il fascismo.Si dice che il terrorismo ci porta alla società come una tribù, dominata dalla violenza e dal terrore.Bene allora ci viene in mente la fine tragica di Falcone e Borsellino uccisi con azioni spettacolari,far saltare una strada,abbattere un palazzo,mentre il giudice faceva visita alla madre.Oggi si assiste al baciamani all’arresto di un mafioso sotto gli occhi dei carabinieri.Oggi come non mai bisogna far chiarezza sullo stato che offriamo ai nostri giovani.Allora l’etica,la giustizia deve acquistare una forza mai accesa nel passato.La corruzione che rende incerto se tenere un mafioso in galera,bene ai giovani occorre dare lavoro,ma anche la certezza che c’è una giustizia,operante su un dialogo tra i quattro poteri,per cui non puoi rilasciare un delinquente che ho arrestato il giorno prima. Altrimenti si ritorna ai tempi del Valentino che sgozzava un proprio comandante per dare l’esempio.Attenzione a questa scelta perchè una società stanca e dormiente è pericolosa.Uno stato è diverso dalla chiesa di Francesco.Grande personaggio ,ma uno stato è uno stato anche se giovane,ne sa qualcosa chi alla televisione rifà la storia degli venti storici degli ultimi tempi,perchè a scuola ci si ferma alla prima guerra mondiale.Giovani giustizia e lavoro,la morale prima di tutto,senza confondere il giudice col poliziotto.