Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

26 Gennaio 2021

Ritratto del professor Vizzoni donato al reparto di Pediatria dell’ospedale di Livorno


Livorno, 12 dicembre 2018 – Un quadro dell’indimenticabile professor Luciano Vizzoni è stato istallato nella mattina di oggi, mercoledì 12 dicembre, all’ingresso del reparto di Pediatria dell’ospedale di Livorno Sarà dunque il professor Vizzoni ad accogliere, simbolicamente, tutti coloro che arriveranno in reparto.
A renderlo noto è l’ufficio stampa dell’azienda Usl Toscana Nordovest.

L’opera artistica, realizzata dal pittore Massimo Lomi, è stata donata dalla associazione Insieme per la Vita assieme a tre monitor multiparametrici e ad una culla Next to me.

“Ringraziamo l’associazione che da sempre ci fa sentire la sua vicinanza”, ha detto il direttore del dipartimento Materno infantile dell’azienda Usl Toscana Nordovest e della Pediatria livornese, Fabrizio Gadducci. “Quello di oggi è un momento di ricordo nei confronti di uno dei padri fondatori di una pediatria vissuta come missione. La sua ‘presenza’ sulle nostre mura, oltre che nei nostri cuori, ci aiuterà a mantenere vivo il suo modo di fare in medico”.

“Il nostro rapporto con l’azienda sanitaria si protrae ormai da oltre trent’anni ed è impossibile parlare della Pediatria a Livorno senza citare il professor Vizzoni”, ha ricordato Ettore Simoncini, presidente dell’associazione Insieme per la Vita. “Per questo abbiamo voluto ricordarlo in questo modo anche se probabilmente non ne avrebbe bisogno. Ringraziamo l’artista Lomi che ha saputo rendere nel migliore dei modi la figura del professore con uno dei sguardi che sapeva comunicare più di mille parole”.

“La strumentazione donata arricchisce ulteriormente la dotazione di un reparto ai quali tutti i livornesi sono affezionati anche per la grande e meritoria opera del professore e di tutti i suoi successori. Tra i suoi grandi meriti anche quello di aver creato una vera e propria scuola dentro e fuori dall’ospedale”, ha concluso Roberto Danieli, responsabile della Neonatologia.