Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

sabato 23 giugno 2018

Salvini a Livorno, sull’ospedale il sindaco deve decidere


Livorno, 23 febbraio – Oggi è stata la volta di Matteo Salvini, segretario della Lega, ad essere accolto da striscioni e cori di protesta, dopo Giorgia Meloni, leader dei Fratelli d’Italia. L’appuntamento era al centro culturale di via delle Galere. Strada chiusa, nessun incidente. Nutrito il servizio d’ordine degli agenti schierati in tenuta di sommossa (sulle contestazioni presentiamo un altro articolo, ndr).

Salvini ha affrontato il problema del lavoro sostenendo il rilancio dei porti, ha accennato alla creazione del ministero dell’instabilità, alla necessità di cancellare la legge Fornero. Sulle questioni locali ha detto che scopo della Lega è mandare a casa Rossi e Nogarin. Ha aggiunto che a Livorno, città dai tanti pregi, non possono esservi le occupazioni abusive dei centri sociali, dove le bollette di luce e gas sono pagate dalle amministrazioni locali. Sulla sanità si è espresso con chiarezza: sarebbe meglio avere un ospedale nuovo perché costa meno, tuttavia se per una particolare situazione urbanistica non è possibile, è importante avere un ospedale che funzioni, coinvolgendo la popolazione sulle necessità primarie. Sembra invece, ha aggiunto, che a Livorno vi sia uno stallo e non si decida sul cosa fare. L’impressione è che si vada indietro perché l’Amministrazione locale non riesce a risolvere il problema. Ha sostenuto anche la necessità di bloccare l’espansione dei centri commerciali che stanno “massacrando” i negozi.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,