Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Gennaio 2021

Sos per Villa Fabbricotti


SONY DSC

(Paolo Pasquinelli) Livorno, 3 aprile 2018. Ormai ho scritto articoli, effettuato performance, inviato messaggi e denunce via PEC circa lo stato di degrado e l’uso reso populistico del parco pubblico di Villa Fabbricotti. Ogni volta penso che sarà la mia ultima presa di posizione. Poiché più persone mi esortano a continuare, cercherò di accontentarli. Stamattina, nel documentare per i miei studi naturalistici la presenza di una coppia di Picchio dalla testa rossa avvistata qualche giorno fa, sono rimasto allibito dalla sporcizia e dai rifiuti lasciati sparsi sui vialetti e fuori dai cestini ormai debordanti. Ho avuto comprensione persino dello sgomento di quell’unico addetto alla pulizia del parco che da ore si dava un gran d’affare per rimediare allo scempio avvenuto tra Pasqua e pasquetta. Se all’inciviltà di alcuni cittadini si aggiunge la mancanza di sorveglianza e la sottovalutazione della situazione da parte dell’Amministrazione Comunale, il crac é fatto. Altrettanto dicasi per le irrazionali potature di parte degli alberi che proprio in questi giorni sono state oggetto di forte polemica.
Ahimè peggiora anche la situazione, da me segnalata più volte, dell’abbandono di materiale edile proveniente dalla demolizione di una tettoia e di altri manufatti della casetta ex guardiania della Villa. Non si osserva alcun segnale efficace da più di un anno e a questo punto mi rendo conto che non esiste la volontà o la capacità di farli rimuovere. E allora che venga sanzionata l’Amministrazione in maniera adeguata, come si farebbe per qualsiasi cittadino! Rimando ad altro articolo la reiterata richiesta di intervento su chi gioca a pallone nei prati, sui proprietari dei cani che non rispettano le regole e sulla permanenza di macchine private. Non capisco come si possa concedere un’autorizzazione a sostare all’interno di un Parco, quando a cinquanta metri esiste la possibilità di parcheggiare (altro che stalli blu…) Speriamo bene. (Nelle foto: materiale abbandonato in Villa Fabbricotti)

SONY DSC


Paolo Pasquinelli, biologo e artista contemporaneo.