Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

1 Dicembre 2020

Stasera al via la Festa dell’Uva di Capoliveri


(Stefano Bramanti) Portoferraio – Parte stasera, venerdì 7, la ventunesima Festa dell’Uva per l’isola d’Elba, la maggiore manifestazione culturale e folcloristica. E’ divisa su tre eventi. La prima parte dedicata solo alle gare di abilità sul tema della vendemmia, sabato la gara del piatto tipico Slow Food e domenica la vera sfida tra i rioni che devono trasformare i borghi in altrettante epoche storiche, con ambientazioni e personaggi in costume, in sintonia col periodo scelto. Walter Corbelli il presidente della Pro Loco e dell’evento, ha tutto pronto e annuncia che “Ho visto maggiore tensione quest’anno e quindi prevedo un leale e forte agonismo tra i quattro rioni protagonisti della festa, che è poi la festa di tutti i capoilverese e dell’isola. Abbiamo diverse novità tra cui la presentazione di un libro di Alvaro Claudi, noto chef, “Di bocca in bocca” oggi alle 17,30 in pazza Matteotti e se piove la faremo al Flamingo. Sarannno presenti membri dell’Accademia della Cucina Italiana. Poi domani dopo la gara enogastronomica di Slow food presenteremo l’artista Giorgio Faggioni, che donerà alla Pro Loco un suo quadro dedicato ala vendemmia di 100 anni fa. Poi abbiamo aperto, a richiesta, l’entrata nei rioni come figuranti”. E quindi Baluardo, Fortezza, Fosso e Torre sono in grande stress da sfida e le hanno pensate di tutte per attuare, domenica, la migliore trasformazione del proprio borgo in una certa epoca storica.“Le gare di stasera – spiega Corbelli- sono quattro e alla fine, secondo i punteggi ottenuti, si asseegnarà la vittoria e tali sfide non influiranno più sull’evento di domenica quando la giuria, gli ospiti e la gente potranno vistare i rioni viaggiando nel passato”. Le prove: la pigiatura dell’uva in due minuti riservata a donne under 18, la corsa con i tini in spalla colmi di grappoli, poi i ragazzi under 17 dovranno mangiare in 2 minuti quanti più acini di un grappolo di oltre un chilo e infine la corsa con le botti. Sabato 8, alle 15, alla sede comunale della Pro Loco, il presidente Corbelli presenterà ai rioni la nuova giuria composta da 5 esperti, totale novità, tutti non elbani e personaggi di spicco e a loro, i capi rione in gara, presenteranno in 20 minuti ciascuno, la tematica di trasformazione storica del proprio borgo. “Alle 17 di sabato, -prosegue il presidente- in pazza Matteotti, ci sarà l’esibizione del gruppo musicale di percussioni “Bandao” . Non solo, alle 19 saranno aperti gli stand gastronomici per arrivare ad un’altra gara tra i rioni, per definire il miglior il piatto tipico Slow food. Il clou della Festa dell’Uva è fissato per domenica. Alle 10 in piazza, di nuovo il gruppo musicale e dopo 40 minuti ci sarà la sfilata dei rioni. Questo l’ordine sorteggiato: Torre, Fortezza, Baluardo, e Fosso. Alle 12,30 la giuria e la stampa entreranno nelle contrade per conoscere e valutare la rappresentazione storica e dopo tale fase ingresso delle autorità e degli ospiti e quindi dalle 15, apertura totale al pubblico.” Alle stessa ora- conclude Corbelli- la giuria andrà alla sede comunale, dove potrà incontrare i rappresentanti dei rioni per un confronto sulle ambientazioni attuate nei borghi.Dopo le operazioni di voto, che io controllerò insieme al notaio Baldacchino, si arriverà alle 18 per la proclamazione del rione vincitore”.