Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

lunedì 21 maggio 2018

Tragedia all’Attias, uccide la ex moglie e poi si toglie la vita


Livorno, 13 febbraio – Tragedia quest’oggi, martedì 13 febbraio, nel pieno centro di Livorno. All’interno di uno studio dentistico situato in piazza Attias, poco prima dell’ora di pranzo, sono stati trovati senza vita i corpi di una donna e di un uomo, moglie e marito, separati. Entrambi avevano 45 anni.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Massimiliano Bagnoni si sarebbe recato nel corso della mattinata presso lo studio dentistico Ghelardini, dove da quindici anni lavorava la moglie, Francesca Citi, per avere con lei un chiarimento. Sembra che l’uomo fosse stato denunciato e condannato per stalking proprio dalla ex moglie. I due avrebbero preso a discutere animatamente e al culmine della discussione, esasperato, lui l’avrebbe accoltellata ripetutamente, uccidendola. Poi sarebbe andato nel bagno e si sarebbe tolto la vita con lo stesso coltello, rinvenuto dai Carabinieri.

La scoperta è stato fatta dai Carabinieri, chiamati dall’attuale compagno della donna. Preoccupato dal fatto che non riusciva a comunicare con lei, infatti, l’uomo si è recato nello studio, ma poiché nessuno apriva, ha chiamato i Carabinieri, che hanno scoperto quanto tragicamente avvenuto.

Anche il titolare dello studio dentistico, Marco Ghelardini, estraneo ai fatti, ha spiegato ai cronisti di avere chiamato più volte lo studio, in mattinata, senza però ricevere risposta. Il martedì lo studio è sempre chiuso al pubblico e l’assistente vi lavora all’interno.

Sul posto, oltre ai Carabinieri, sono intervenuti i volontari della Misericordia di Livorno con personale medico a bordo, i Vigili del fuoco e gli uomini del Reparto scientifico dell’Arma dei Carabinieri. I militari dell’Arma stanno cercando di ricostruire i dettagli della dinamica. La coppia ha due figli in età scolare. Sono stati gli stessi Carabinieri ad andare a scuola per prelevarli e condurli a casa.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,