Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

martedì 18 settembre 2018

Tragedia Moby Prince: gli atti alla Procura di Livorno


Livorno, 23 febbraio. Sulla tragedia dei 140 avvenuta sul traghetto Moby Prince sono stati trasmessi alla Procura della Repubblica di Livorno gli atti conclusivi della commissione d’inchiesta. Lo ha annunciato il presidente della commissione stessa, il senatore Silvio Lai del Pd, che ha confermato quanto aveva anticipato durante la presentazione della relazione conclusiva. “La trasmissione degli atti alla magistratura livornese – ha commentato il senatore Lai – che ha già aperto un fascicolo mesi fa e che ci ha espressamente chiesto di acquisire anche il nostro lavoro, confidiamo possa contribuire a ristabilire, dopo 27 anni, la realtà dei fatti. Le sentenze di assoluzione si sono basate su riscontri che a seguito del lavoro svolto dalla commissione non possono essere confermati. La nebbia non c’era, la petroliera Agip Abruzzo era ancorata in zona di divieto, i tempi di sopravvivenza a bordo, almeno per una parte dell’equipaggio e dei passeggeri del Moby Prince furono superiori ai tempi stabiliti allora, le operazioni di soccorso furono svolte senza adeguato coordinamento e furono di fatto assenti nei confronti del Moby Prince. Non possiamo escludere , inoltre, che ci sia stata una turbativa della navigazione da parte del Moby Prince che l’ha portata all’impatto con la petroliera Agip Abruzzo”. (Su “Costa Ovest” relazione finale della commissione)

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,