Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

23 Gennaio 2021

Un ottimo Livorno strappa un punto prezioso sul campo del Palermo, 1 a 1


(Luca Aprea) Palermo, 15 dicembre 2018 – Un Livorno tosto, gagliardo e ben messo in campo strappa un punto pesantissimo alla Favorita sul campo della capolista Palermo. Breda conferma l’undici che ha battuto il Foggia domenica scorsa, il giovane Canessa parte nuovamente titolare. Il Palermo invece deve fare a meno all’artiglieria pesante: Nestorovski è out per infortunio e Trajkovski parte dalla panchina. Pronti, via e la gara si mette subito in salita per gli amaranto che dopo neanche un quarto d’ora vanno sotto: Falletti pesca Moreo che brucia Di Gennaro e fa secco Mazzoni. Rosanero in vantaggio e copione del match che sembra subito indirizzato. E invece non è così perché il Livorno non si disunisce e al 25′ concretizza subito (!) la sua prima palla gol con Raicevic che si fa trovare pronto su uno spiovente, forse deviato da un difensore palermitano, e da posizione defilata, con un bel diagonale mette alle spalle di Pomini sul secondo palo. Il gol mina le certezze dei padroni di casa e galvanizza il Livorno che rischia pochissimo e va al riposo sull’1 a 1.
Nella ripresa il Palermo, oggi apparso decisamente sottotono, fa uno sterile possesso palla ma non si fa quasi mai vedere dalle parti di Mazzoni. Breda inserendo Porcino e Bruno serra le fila alzando una muraglia su cui la capolista va regolarmente a sbattere. Ed è perfino il Livorno in contropiede a poter recriminare. Già perché le occasioni più nitide del secondo tempo sono tutte di marca amaranto: Una sassata di Diamanti sventata in tuffo da Pomini al 19′ e soprattutto al minuto 34 un mischione terrificante sulla linea di porta siciliana su cui Pomini per ben due volte caccia letteralmente via dalla porta il pallone sui tentativi di Bogdan e Agazzi. Un’occasione peraltro nata sugli sviluppi di un episodio dubbio in area con Luci e compagni che hanno reclamato un rigore per un fallo di mano in area di un difensore rosanero. Nel finale il Palermo ci prova più con foga che altro. Mazzoni è attento sul colpo di testa di Moreo e Jajalo all’ultimo assalto non trova la porta dalla distanza. Finisce 1 a 1, un punto davvero d’oro per un Livorno che, senza essere presuntuosi, con un pizzico di fortuna in più poteva anche centrare una vittoria che sarebbe stata assolutamente meritata. Ma va benissimo così.

Palermo (3-4-1-2): Pomini, Szyminski (25′ st Trajkovski), Bellusci, Rajkovic, Rispoli, Haas (26′ st Murawski), Jajalo, Aleesami, Falletti, Puscas (40′ st Embalo), Moreo. A disp. Brignoli, Accardi, Ingegneri, Salvi, Chochev, Fiordilino, Pirrello, Cannavò. All. Stellone.

Livorno (3-5-2): Mazzoni, Di Gennaro, Bogdan, Dainelli, Valiani, Luci, Agazzi, Fazzi (29′ st Bruno), Diamanti (40′ st Murilo), Canessa (1′ st Porcino), Raicevic. All. Zima, Gonnelli, Gasbarro, Pedrelli, Maicon, Marie Sainte, Iapichino, Maiorino. All. Breda.

Reti: 13′ pt Moreo, 25′ pt Raicevic

Arbitro: Marini di Roma.

Note: ammoniti Porcino, Fazzi, Bellusci, Falletti, Agazzi: recuperi 0′ pt, 5′ st.