Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

20 Gennaio 2021

Venti milioni per fare del porto di Piombino un centro per lo smantellamento delle navi


Firenze, 19 dicembre 2018 – E’ stato approvato dalla Giunta regionale della Toscana il testo della convenzione con l’Autorità di sistema portuale Alto Tirreno grazie al quale la stessa Autorità, che ha competenza sul porto di Piombino, potrà disporre dei circa 20 milioni di euro, tratti dalle risorse residue del Fondo di sviluppo e coesione 2007-13, che erano stati a suo tempo assegnati all’allora Autorità portuale di Piombino, poi confluita nell’Autorità di sistema Alto Tirreno, per rendere possibili le attività di smantellamento delle navi, di manutenzione e di refitting navale. In altre parole, secondo quanto riporta l’agenzia Toscana Notizie, la Giunta regionale ha dato il via libera alla convenzione che destina 20 milioni di euro per realizzare gli impianti di smantellamento delle navi nelle aree del porto di Piombino.

I 20 milioni stanziati a favore dell’Autorità portuale saranno destinati alle opere che servono per rendere possibili le attività di smantellamento delle navi, di manutenzione e di refitting, in particolare la costruzione del banchinamento necessario alla radice della banchina Est del molo di sottoflutto, il prolungamento del medesimo molo a protezione dello specchio acqueo e la realizzazione degli impianti necessari per garantire la funzionalità della piattaforma.

Con la delibera approvata, inoltre, la Giunta toscana ha designato l’agenzia regionale Artea come l’ente terzo ed intermedio, previsto dalla legge, che dovrà essere responsabile delle attività di controllo, di certificazione della spesa e di pagamento.