Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

venerdì 20 Settembre 2019

Via le cinque arcate ai Tre Ponti, per la sicurezza sorgerà un ponte ad arcata unica


Livorno, 31 agosto 2019 – Addio cinque arcate ai Tre Ponti, che già in ogni caso non erano più tre da molti anni, bensì un’arcata unica per un ponte forse esteticamente meno attraente ma certamente più sicuro e funzionale.

Questo è quanto il responsabile del Genio civile di Livorno, Francesco Pistone, ha anticipato ieri mattina, venerdì 30 agosto, in audizione alle commissioni comunali Territorio e Vivibilità urbana riunine in seduta congiunta a Palazzo Civico, dove è stato esaminato lo stato dei lavori post alluvione sul rio Maggiore.

Pistone, illustrando le linee guida del progetto per la messa in sicurezza del torrente, ha evidenziato che la parte più problematica del rio è la foce, che con l’attuale ponte, nonostante sia a cinque arcate a seguito dell’alluvione del 1991, è insufficiente per la funzione di defluizione delle acque.

Le arcate multiple, ha spiegato Pistone, fanno volume ed impediscono il pieno deflusso dell’acqua e si pongono come ostacolo ai tronchi e ai rami trasportati dal fiume che, incastrandosi tra le arcate, non favoriscono il regolare sfocio in mare dell’acqua.

In un primo momento la Sovraintendenza delle Belle arti aveva dato parere negativo al progetto di ponte ad arcata unica, ma adesso che è arrivato il consenso alla demolizione dei Tre Ponti, che dunque le Belle Arti ci hanno ripensato, è stata ideata la soluzione di un ponte senza arcate, sicuramente più funzionale ma decisamente meno bello sul piano architettonico.

In commissione è stato posto il problema di un possibile abbellimento dell’opera in modo da renderlo funzionale al paesaggio e al contesto in cui dovrà inserirsi. Un auspicio condivisibile sulla cui direzione occorrerà sicuramente muoversi per l’abbellimento della città di Livorno.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,