Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

25 Gennaio 2021

Di Maio spiazza tutti: “Impeachment non più sul tavolo, governino Lega e Cinque stelle”


Roma, 29 maggio – Parlare di fallimento è improprio, o quantomeno prematuro, tuttavia la missione di Carlo Cottarelli, chiamato dal presidente Sergio Mattarella a formare un governo tecnico di tipo balneare, finalizzato al traghettamento verso nuove elezioni, sta subendo una forte empasse, specie dopo le dichiarazioni fatte da alcuni esponenti del Pd, tra cui il capogruppo al Senato, Andrea Marcucci, i quali hanno annunciato che, in caso di fiducia in Parlamento, i democratici si asterrebbero.

Nella situazione di stallo, anche per evitare l’aggravarsi di una crisi che non è solo politica, ma anche istituzionale e finanziaria, il leader del movimento Cinque stelle, Luigi Di Maio, ha annunciato che la questione dell’impeachment “non è più sul tavolo”, riaprendo di fatto l’ipotesi di un governo sostenuto da Lega e Cinque stelle. In questo senso Di Maio ha affermato che “i Cinque stelle sono pronti a collaborare con Mattarella”. Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha proposto di dar via al Parlamento “per cambiare le pensioni ed abolire i vitalizi”. In alternativa, Salvini chiede di andare al voto, dato che il governo Cottarelli non avrebbe la fiducia delle Camere. salvini ha anche confermato la fiducia a Giuseppe Conte come possibile premier ed a Paolo Savona come ministro dell’Economia. Giorgia Meloni, leader di Forza Italia, si è in ogni caso dichiarata “pronta a rafforzare alleanza tra Lega e Cinque stelle”.

Domani il presidente Mattarella incontrerà Cottarelli, il quale dovrebbe sciogliere dubbi e perplessità e presentare la squadra di un governo destinato a non avere la fiducia del Parlamento oppure rimettere il mandato a Mattarella. In ogni caso si preannuncia, per domani, un’altra giornata campale per la politica, l’economia e la vita istituzionale italiana, che a quest’ora poteva avere il suo legittimo governo in ottemperanza al voto popolare.