Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

mercoledì 20 Novembre 2019

Elba protagonista sulla Rai, rievocato l’arrivo dell’esule Napoleone


(Stefano Bramanti) Portoferraio, 5 novembre 2019 – Elba protagonista domenica mattina grazie al servizio di Rai Uno che nella trasmissione “Paese che vai…”, condotta da Livio Leonardi, ha fatto ammirare le stupende immagini della città fortificata da Cosimo Dei Medici, dove nel maggio del 1814 arrivò l’illustre esule generale Bonaparte.

Le telecamere hanno ripreso ogni dettaglio della ricostruzione del suo sbarco quando il sindaco Traditi gli consegnò, durante una grandiosa festa d’accoglienza, le chiavi d’oro della città. Il personaggio è stato interpretato da Leonello Balestrini, presente con tutti gli altri interpreti dell’associazione Historiae, e l’architetto ha pure curato le scenografie ed i costumi delle scene. Impegnati anche tutti i militari dell’epoca, offerti dalla Petite armèe, altro gruppo portoferraiese condotto da Luca Bellosi. Napoleone è stato interpretato da Franco Giannoni della nota compagnia teatrale I Tappezzieri. Quindi si è visto l’alloggio di Napoleone nella Villa dei Mulini ed anche l’arrivo di sua madre Letizia, della sorella nota per la sua bellezza e leggiadria, Paolina. Successivamente anche l’incontro segreto con Maria Walewska, l’amante polacca del còrso, dalla quale aveva avuto il piccolo Alessandro.

Si trovarono a Marciana, i primi di settembre di quell’anno, presso il santuario della Madonna del Monte, mentre tutti credevano si trattasse di Maria Luisa d’Austria, la mogie austriaca, che mai arrivò sull’isola. Nel servizio non sono mancati accenni alle attività produttive con Sara la pastora che agisce nella fattoria di Lacona “Regali rurali” e offre formaggi genuini di pecora. coltiva pure lo zafferano e realizza anche l’olio di elicriso curativo. Il servizio si è interessato anche delle escursioni a cavallo per i sentieri isolani e delle Miniere di Capoliveri, al Ginevro, con il colonnello Marco Pezzotta dei Carabinieri forestali, intento a descrivere l’importanza del minerale presente nel sottosuolo, che può essere considerato una riserva preziosa per l’Italia.

Poi un salto a Montecristo, altro ambiente stupendo con i panorami della riserva naturale sorta nel 1871, legata al famoso romanzo di Alessandro Dumas ” Il conte di Montecristo”.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,