Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

domenica 21 ottobre 2018

Fiamme Gialle in azione, imprenditore livornese indagato per evasione fiscale


Livorno, 7 aprile – Ancora un intervento delle Fiamme Gialle contro l’evasione fiscale.
Nei giorni scorsi, militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno hanno eseguito, su ordine della Procura della Repubblica labronica (P.M. dottoressa Sabrina Carmazzi), ad un decreto – emesso dal G.I.P. del Tribunale, dottor Fabrizio Nicoletti, il sequestro preventivo di disponibilità finanziarie e beni mobili nei confronti di un imprenditore livornese quarantacinquenne del settore del trasporto delle merci su strada. (Nella foto i veicoli interessati nell’operazione)
Le indagini, condotte dal 1° Nucleo Operativo del Gruppo della Guardia di Finanza di Livorno, hanno rilevato come l’imprenditore labronico (A.T. le iniziali fornite dal Comando) si sia reso responsabile di varie violazioni di natura penal-tributaria, indicando redditi notevolmente inferiori ai ricavi realmente conseguiti (nel 2012) ed omesso la presentazione delle dichiarazioni dei redditi per le imposte dirette e l’IVA (per i periodi d’imposta 2011 e 2013), pur avendo effettuato operazioni commerciali per circa 2 milioni di euro, con numerosi operatori economici sull’intero territorio nazionale.
La ricostruzione del reale volume d’affari dell’impresa è stata resa possibile mediante l’esecuzione di riscontri nei confronti dei clienti della ditta individuale: l’imprenditore aveva, infatti, occultato e conservato in maniera frammentaria e discontinua la documentazione amministrativa contabile relativa all’attività d’impresa per evitare il pagamento di € 868.000 circa tra imposte sui redditi ed Iva.
Il controllo fiscale si è concluso nel mese di ottobre 2017. L’imprenditore è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Livorno per il reato di dichiarazione infedele per l’anno d’imposta 2012, dichiarazione omessa per l’anno d’imposta 2013 ed occultamento o distruzione delle scritture contabili. Pertanto i finanzieri del Gruppo di Livorno hanno eseguito, nei giorni scorsi, un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente, emesso dal Tribunale labronico, dei beni mobili ed immobili nonché delle disponibilità finanziarie dell’indagato, sino a concorrenza delle imposte evase.
In sede di esecuzione del provvedimento cautelare, i militari hanno provveduto a ricostruire le attuali disponibilità finanziarie e patrimoniali dell’imprenditore, ed hanno sottoposto a vincolo cautelare denaro e tre autoveicoli, per un valore complessivo di circa trentamila euro.
L’attività delle Fiamme Gialle è in linea con la strategia seguita dal Corpo diretta a contrastare l’illegalità economico finanziaria e individuare e colpire i patrimoni illeciti. E’ un’azione continua che viene effettuata in stretta collaborazione con l’Autorità Giudiziarie a salvaguarda dell’economia nazionale contro l’evasione fiscale, vera piaga del paese.

Livorno, 7 aprile 2018.

The following two tabs change content below.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,