Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

lunedì 14 Ottobre 2019

Grotta delle Fate, botta e risposta tra Salvetti e la Sorgente


Livorno, 8 agosto 2019 – Botta e risposta tra il sindaco Luca Salvetti, eletto in gran parte con i voti del Pd, e la capogruppo dei Cinquestelle in consiglio comunale ed vicesindaco, Stella Sorgente, che durante una commissione consiliare, ieri a Palazzo Civico aveva chiesto maggiori informazioni sul progetto dei lavori a Grotta delle Fate.

“La vicenda di via Grotta delle Fate è uno dei simboli del fallimento della passata amministrazione”, ha dichiarato tra l’altro il sindaco attraverso un comunicato stampa. “Il disinteresse e il pressappochismo della giunta Nogarin e Sorgente (il sindaco era Filippo NOgarin e la Sorgente sua vice, ndr) avevano portato al rischio chiusura totale della strada principale di accesso alla zona commerciale con oltre settanta attività e duecento famiglie in ginocchio. Il mio intervento in fase di campagna elettorale e, una volta insediato, la successiva realizzazione della viabilità alternativa hanno scongiurato il peggio. La consigliera Sorgente chiede in commissione chi abbia fatto il progetto e chi lo abbia finanziato, ma queste sono cose che lei sa benissimo perché il progetto è stato fatto su mia indicazione dagli uffici comunali ed i finanziamenti sono quelli della Regione di 170 mila euro e del Comune di 20 mila euro per la segnaletica. Un lavoro fatto in maniera serrata che ha regalato il sorriso agli operatori commerciali, un lavoro che avrebbero dovuto mettere in piedi Nogarin e la Sorgente nel periodo tra aprile e giugno quando erano in carica e di cui invece non c’è traccia”.

La Sorgente, attraverso il suo profilo Facebook, ha replicato affermando fra le altre cose: “Trovo l’atteggiamento del sindaco molto grave dal punto di vista istituzionale. Agli atti dei consiglieri si risponde in aula e non altrove. Dove c’è il confronto diretto e democratico, il dibattito e la registrazione streaming. Poi si può giustamente interloquire anche con la stampa in ogni momento, ma essere assente in aula il giorno prima e mandare poi una pseudo-risposta alla stampa il giorno dopo è veramente clamoroso. Me ne farò comunque una ragione: l’atto verrà ridiscusso e sono curiosa di sentire quali argomenti utilizzerà. E’ lui ad essere nervoso e non certo io…”.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,