Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

venerdì 23 Agosto 2019

In pensione Benedetto Tuci, ferroviere e non solo


(Marco Ceccarini) Livorno, 30 aprile 2019 – Domani, mercoledì 1° maggio, dopo 37 anni di “onorato servizio”, si congeda da Trenitalia, ex Ferrovie dello Stato, il capotreno Benedetto Tuci, conosciuto a Livorno, dove abita, anche per essere lo storico presidente del Movimento consumatori convenzionato con l’Arci, per il quale ha svolto e svolge importanti ruoli pure a livello regionale e nazionale. Tuci è al momento il presidente del Movimento consumatori della Toscana.

Nato a Cecina nel 1954, dopo il diploma al liceo scientifico Fermi di Cecina e gli studi all’università di Pisa, è stato assunto nel 1982 dalle Ferrovie dello Stato a seguito di un concorso pubblico. Tuci si è inoltre dedicato all’attività politica ricoprendo, tra l’altro, il ruolo di consigliere comunale a Livorno dal 1995 al 1999 per il Pds e di assessore al Comune di Collesalvetti in quota Idv dal 2009 al 2014. E’ sposato e ha un figlio.
Impegnato sul fronte della sicurezza dei passeggeri e degli utenti di Trenitalia, Tuci ricevette un encomio negli anni Ottanta a seguito del suo comportamento dopo un incidente avvenuto sulla Tirrenica nei pressi di Vignale Riotorto.

La risoluzione del contratto individuale, che lo pone a riposo con un paio d’anni di anticipo rispetto all’età del pensionamento, è stata firmata da Tuci lo scorso 24 aprile con decorrenza, appunto, da domani. Rimarrà sempre, in ogni caso, un ferroviere, secondo l’ottica e la tradizione della “grande famiglia della rotaia”.
“Adesso potrò dedicarmi di più alle mie passioni e alla mia famiglia”, ci ha detto personalmente quando, proprio il 24 aprile, lo abbiamo incontrato sul treno per Firenze dove andava a firmare il congedo. “Ma sono sicuro che, alla lunga, questa giacca e questo berretto, simboli di una grande storia, un po’ mi mancheranno”.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,