Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Settembre 2021

Il musicista Pietro Mascagni (foto d'archivio)

L’Amico Fritz, evento clou del Mascagni festival, al lago Alberto nella tenuta di Insuese


(Angela Simini) Livorno, 29 luglio 2021 – L’evento clou del Mascagni Festival andrà in scena sabato il 31 luglio e domenica 1 agosto alle ore 21.30 presso il Lago Alberto, un’oasi nel silenzio e nel verde della Tenuta Bellavista Insuese, a Guasticce, un palcoscenico naturale che darà grande risalto all’Amico Fritz, commedia lirica in tre atti su libretto di P. Suardon , tratto dal romanzo omonimo di Emile Erckmann e Pierre – Alexandre Chatrian, musica di Pietro Mascagni. L’allestimento nasce come coproduzione tra Mascagni Festival e Fondazione Teatro Goldoni, in collaborazione con Immersiva Srl e Accademia Lingustica di Genova, col patrocinio del Comune di Collesalvetti. Ma sono anche altri gli sponsor privati ai quali è andato il sentito grazie del presidente CdA della Fondazione, Mario Menicagli e dell’assessore alla cultura Simone Lenzi. Che si è dichiarato orgoglioso della serata si inaugurazione del Festival e di come sta procedendo. Ed orgoglioso che nel cast siano state inserite due donne nei posti di “comando”, la direttrice d’orchestra Gianna Fratta e la regista Giulia Bonghi.

La parola al direttore artistico del Festival, il tenore Marco Voleri che ha ribadito l’impegno di far lavorare i giovani: “Perseguo questo progetto formativo con testardaggine, selezionando il cast tra gli allievi della Mascagni Academy, la giovane regista proviene dall’Accademia dell’Opera di Verona e i costumi sono stati realizzati dall’Accademia Lingustica di Genova. E coinvolta anche la banda di Collesalvetti in questa realizzazione che si avvale di una regia innovativa. Il nostro obiettivo è quello di “Bucare”, incentivando uno spirito di gruppo che ci rende tutti più forti. Prova ne sia che stamani la troupe del TG1 era davanti al Teatro Goldoni. Un altro è il nostro grande obbiettivo, quello di uscire dal teatro e di intercettare tutti quei luoghi in cui è possibile farlo. Abbiamo un territorio provinciale da coprire e dove portare Mascagni. Ottica premiata perché tanti gestori si sono sentiti parte attiva ed hanno sponsorizzato la produzione: la tenuta Bellavista prima di tutti, l’editrice Sillabe, Immersiva, che l’anno scorso ha realizzato un lavoro avvincente, il The Cage, la Fondazione Livorno, la Coop, il Rotary Club”.

“L’Amico Fritz, opera immediatamente successiva al grande successo diCavalleria Rusticana e assai diversa dal capolavoro di Mascagni, ha ricevuto varie critiche al suo apparire, primo tra tutti Giuseppe Verdi che definì addirittura scema la trama”. Ed ha poi proseguito “ Una trama esile in cui tutto si ribalta nel giro di pochi minuti! Ma è un mondo giovanile, in cui Mascagni salta le tradizioni e i vincoli sociali: il coraggio di cambiare. Anche la frammentarietà compositiva della partitura ben si accorda con i cambiamenti interiori dei personaggi”.

Vediamo il cast.

Suzel: Carmen Lopez e Katerina Kotsou – Fritz: Fabio Serani e Enrico Terrone.

Beppe, lo zingaro: Mani Yamakawa e Maria Salvini – David , il rabbino: Luca Bruno.

Quindi: Tiziano Barontini, Alessandro Martinello, Raffaella Marongiu. Orchestra del Teatro Goldoni di Livorno, Schola Cantorum Labronica diretta dal Maestro del coro Maurizio Preziosi, Banda della Clara Shumann di Collesalvetti, scenografo Andrea Comotti.

Tags: , , ,