Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

domenica 23 settembre 2018

L’Olt mette a disposizione il gas di Livorno dopo l’incidente in Austria


Livorno, 12 dicembre – La società Olt Lng Toscana, che gestisce il rigassificatore offshore di Livorno, ha messo a disposizione la propria produzione di gas per il mese di dicembre, anche in quantità maggiorata, a seguito dell‘attivazione del piano di emergenza da parte del Ministero dello Sviluppo economico, messo a punto oggi, martedì 12 dicembre, dopo l‘incidente di avvenuto stamani all‘Hub austriaco di Baumgarten, che ha determinato lo stop delle importazioni di gas dalla Russia all‘Italia.
“In questo modo”, si legge in una nota stampa della società Olt, “il rigassificatore di Livorno, a seguito della dichiarazione dello stato di emergenza dopo l‘esplosione in Austria, mette a disposizione maggiore capacità di rigassificazione per il mese di dicembre”.
In conseguenza dell‘attivazione del piano di emergenza, infatti, la società Olt Offshore Lng Toscana, in deroga alle disposizioni del Codice di rigassificazione, ha di nuovo messo a disposizione lo slot di discarica numero 9 del 21 dicembre 2017.
La società Olt, controllata da Iren al 49,07 per cento, da Uniper Global Commodities Se al 48,24 per cento e da Golar Lng per il restant 2,69 per cento, era finita nel mirino del Comune di Livorno, nei giorni scorsi, dopo le dichiarazioni del sindaco Filippo Nogarin relative alle richieste di pagamento dell‘Imu anche per quanto concerne gli arretrati.

The following two tabs change content below.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,