Vai a…

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

lunedì 19 Agosto 2019

Meditazione trascendentale, anche a Livorno la si può fare con professionalità


(Simone Consigli) Livorno, 2 agosto 2019 – Meditazione, benessere e ricerca del sé sono una pratica per pochi o per tutti? Perché la pratica spesso diventa ardua, l’impegno una penitenza e la realizzazione un miraggio? A combattere per il diritto di tutti ad uscire dai piccoli stress quotidiani, e trovare un momento per parlare con sé stessi, è Massimiliano De Paruta, insegnante di meditazione trascendentale, referente per Livorno e la Toscana della Società italiana di medicina biointegrata. Per questi motivi lo abbiamo intervistato.

“La Mt, ovvero la meditazione definita ‘trascendentale’, si occupa di far uscire l’Io dai tre stati conosciuti, di veglia, sonno e sogno, per raggiungere il quarto stato di coscienza, la consapevolezza di essere il perno cosciente e razionale di questi tre meccanismi e in realtà della propria vita”, inizia subito De Paruta. “Si deve pensare, quando si tratta di meditazione, a un sistema e ad una pratica semplice e naturale che tutti abbiamo provato a fare un giorno. Chi di noi, dopo una giornata di duro lavoro, non si è mai seduto lontano da tutto e da tutti per ritrovare il bandolo della matassa? Allo stesso tempo, in egual maniera, la pratica della meditazione, essendo vecchia quanto l’uomo, è stata perfezionata nel tempo e richiede un accesso ai mezzi che possono e devono erogare un servizio benefico per la salute della persona, al fine di esercitare la pratica in sicurezza e professionalità”.

Chi si è occupato della questione per primo nella storia è stato nel 1950 in India il maestro Maharishi. Infatti la Mt si può chiamare anche ‘metodo Maharishi’, dal nome del suo inventore. Maharishi, mistico e filosofo indiano nonché guru, operò per la pratica della meditazione una rivoluzione copernicana, ideando un metodo semplice e naturale, la Mt che è praticata oggi in tutto il mondo da milioni di persone.

Le prime conferme scientifiche della bontà del metodo Maharishi arrivano negli anni Settanta con le ricerche del neurofisiologo statunitense Keith Wallace, dai primi esperimenti su ampi campioni (cento unità) si vedono i primi risultati scientifici sul miglioramento della qualità della vita e il successo della Mt è ufficiale e pubblicato sulle riviste scientifiche americane per la prima volta nel 1972. Da lì il fenomeno diventa popolare in tutti gli strati della popolazione ed è il mondo dello spettacolo a interessarsi con fervore al metodo Maharishi, tra tutti il regista David Lynch, finanziatore in tutto il mondo di scuole ed istituti per la Mt, anche in Italia, di progetti per le scuole superiori, come a Lucca.

A combattere per il diritto a meditare e al benessere sono stati anche i Beatles, molte volte ricevuti e ritratti insieme al maestro Maharishi nei loro viaggi in India, la giornalista di colore statunitense Oprah Winphrey e la cantante Kate Perry, assidua praticante e sostenitrice della Mt che è stata ricevuta persino da papa Bergoglio.

In ambito sociale la meditazione trascendentale è stata utilizzata dallo Stato del Senegal sui detenuti e in Colombia sui bambini spacciatori di cocaina.

Lo step che la Mt ha permesso è quello di pensare alla pratica meditativa, una maniera per prendersi cura di sé stessi, come soluzione raggiungibile per tutti, grazie alla facilità del metodo. La Mt prevede che si raggiunga l’elevazione dello spirito attraverso esperienze sensoriali sequenziali e non casuali espresse dalla natura.

Il senso più usato dei cinque è l’udito, ove il suono rappresenta lo spazio per ‘uscire’ e far parte dello spazio e riappropriarci dello schema del cosmo che riproduciamo, partendo dall’udito e dal vuoto cosmico del suono e dello spazio si arriva ai livelli più complessi, l’aria per il tatto, il fuoco per la vista, l’acqua per il gusto e la terra per l’olfatto. La Mt è facile, intuitiva e alla portata di tutti ma inaccessibile senza la conoscenza degli strumenti professionali e scientifici.

Massimiliano De Paruta ha insegnato Mt anche a Livorno, adesso opera a Montelupo Fiorentino.

Foto del profilo di Redazione

About Redazione,