Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

7 Luglio 2022

Il rigore trasformato da Vantaggiato (foto Amaranta)

Pioggia, espulsi e tensione, il Livorno stecca la prima contro il Figline, 2 a 3


(Luca Aprea) Livorno, 24 aprile 2022 – Falsa partenza. Il Livorno, nella prima gara della Poule Promozione, esce sconfitto cede al Figline 2-3 al termine di una gara in cui è successo tutto e il contrario di tutto. Ma alla fine, a festeggiare, sono i gialloblu del Valdarno.

Angelini deve rinunciare a Petronelli (neanche in panchina) e parte con Vantaggiato in attacco e Bellazzini a supporto. Il Figline si presenta con un 352 con bomber Vezzi in avanti. Si gioca sotto una pioggia torrenziale e l’avvio è tutto di marca ospite. I ragazzi di Becattini fanno la partita e si rendono pericolosi con Minocci, Vezzi e Degl’Innocenti, il Livorno, contratto, fa fatica e si fa vedere giusto con un paio di tentativi da fuori di Bellazzini e Vantaggiato. Nel frattempo, l’arbitro Labruna dispensa cartellini gialli discutibili che, nella ripresa, avranno un peso enorme sul match.

Al ritorno in campo subito imperversa la battaglia. Al minuto 4 il Figline passa in vantaggio con Marabese, che di testa sfrutta un bel pallone di Calosci e insacca. Passano pochi minuti e c’è la prima svolta della partita: Benvenuti, già ammonito, rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in 10. Angelini coglie subito il momento e getta nella mischia Torromino che ci mette un pugno di secondi a essere decisivo e con uno spunto irresistibile serve un cioccolatino a Vntaggiato che di testa insacca di potenza. Passano meno di cinque minuti e il Livorno ribalta avversari e partita. Fallo di mano in area valdarnese e l’arbitro indica il dischetto, Vantaggiato tira una sassata violentissima e porta sul 2-1 gli amaranto.

L’Ardenza è una bolgia, i valdarnesi barcollano ma restano in piedi. La sliding doors della partita arriva a metà ripresa quando dopo che al Figline viene annullata la rete del pareggio per un evidente fuorigioco Torromino con uno splendido tiro a giro manca la rete del tris per questione di centimetri. E’ il preludio al folle finale: alla mezzora nel giro di cinque minuti si fanno cacciare prima Luci per somma di ammonizioni (rivedibile la decisione di Labruna) e poi Torromino che cade in modo molto ingenuo nella provocazione di Mirante, reagisce con un buffetto, e si fa cacciare complice la sceneggiata di prassi del giocatore ospite.

In superiorità numerica il Figline torna di nuovo padrone delle operazioni e trova il pareggio con Saitta che è il più lesto di tutti a ribattere un tiro di Degl’Innocenti che Mazzoni respinge e non blocca per non farsi ingannare dal pallone bagnato. Il Livorno accusa il colpo e il Figline con grande personalità non si accontenta del pari e cerca il bersaglio grosso. E lo trova. A tre minuti dal 90’ Privitera, forse il migliore dei suoi, di testa, fa secco il portiere amaranto sulla punizione pennellata dal piede del solito Degl’Innocenti. Nel finale il Livorno si getta all’assalto ma l’ultima occasione è, nel recupero, un colpo di testa di Mazzoni in mischia che si perde sul fondo.

Al triplice fischio poi si scatena una mezza rissa da saloon che, si spera, non aggiunga al danno la beffa. Il primo round è andato ma niente è perduto. Guai a perdere la calma. Adesso sotto con il Tau. Ma lì, davvero, non si potrà più sbagliare.

Livorno – Figline 2 a 3 (0 a 0)

Livorno (4-2-3-1): Mazzoni; Palmiero, Giampà, Russo, Franzoni; Luci, Gargiulo (Torromino 10′ st); Pecchia, Bellazzini, Gelsi; Vantaggiato. A disp: Pulidori, Ghinassi, Ferretti, Pulina, Marinai, Nunzi, Giuliani, Frati. All. Angelini.

Figline (3-5-2): Burzagli; Benvenuti, Saitta, Banchelli; Bouhamded (Bettoni 10′ st), Privitera, Degl’Innocenti, Minocci, Calosci (Orpelli 28′ st); Mirabese, Vezzi (Mirante 25′ st). A disp: Simone, Gori, Mirante, Sesti, Fioravanti, Grandi, Matteini. All. Becattini.

Arbitro: Labruna di Pontedera (Perlamagna di Carrara, Petrakis di Siena).

Reti: Marabese (F) 4′ st Vantaggiato 12′ st e 16′ st rig. (L) Saitta 35′ st (F) Privitera 42′ st (F).

Note: ammoniti Luci, Gargiulo, Saitta, Franzoni, Ghinassi; espulsi Benvenuti, Luci, Torromino.

Tags: , ,