Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

18 Maggio 2022

La raffineria Eni di Stagno (foto d'archivio)

Procedura di licenziamento per i dipendenti della Iss Palumbo che lavorano alla raffineria Eni


(Redazione) Livorno, 11 dicembre 2021 – Procedura di licenziamento aperta per 35 lavoratori che operano, per conto della Iss Palumbo, all’interno della raffineria Eni di Stagno.

“La Iss Palumbo ha aperto la procedura di licenziamento collettivo per i suoi 35 dipendenti che all’interno della raffineria Eni si occupano di stoccaggio, logistica e movimentazione dei lubrificanti”, affermano i sindacalisti Flaviano Bardocci della Filcams-Cgil e Massimo Marino della Uilt Trasporti che, in questo modo, hanno reso noto quanto sta accadendo.

“L’appalto in questione, fino ad oggi gestito dalla Iss Palumbo, scadrà infatti il prossimo 31 gennaio, ma i vertici dell’Eni non hanno ancora chiarito quale sarà il suo futuro. Non è cioè ancora chiaro se la lavorazione in questione sarà totalmente reinternalizzata in Eni, se sarà ‘spacchettata’ in più appalti oppure se sarà indetta una nuova gara per l’affidamento integrale del servizio”.

Nell’ambito dell’appalto la Iss Palumbo impiega attualmente 22 carrellisti che si occupano della movimentazione dei fusti di lubrificanti e 13 addetti che gestiscono le pratiche per la loro spedizione.

“Il futuro di questi 35 dipendenti è molto incerto e dipende tutto dalle decisioni dell’Eni in relazione al futuro dell’appalto”, proseguono Bardocci e Marino. “La stessa Iss Palumbo sta aspettando di capire se verrà indetta o meno una nuova gara, e soprattutto a quali condizioni”.

“A partire dal prossimo 1° febbraio il nostro territorio potrebbe perdere altri 35 posti di lavoro”, concludono i rappresentanti sindacali. “Tutto ciò non possiamo permettercelo. Ai vertici di Eni chiediamo pertanto di fare chiarezza al più presto. L’auspicio è che anche le istituzioni locali si facciano portavoce delle nostre preoccupazioni presso i vertici della raffineria”.

Tags: , ,