Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

28 Settembre 2021

Un'immagine del porto di Livorno (foto d'archivio)

Reintegrato il lavoratore sospeso dalla Ltm, i sindacati: “Lo sciopero ha pagato”


Livorno, 3 luglio 2021 – Dal pomeriggio di oggi, sabato 3 luglio, i dipendenti Ltm (Livorno terminal marittimo, ndr) hanno interrotto lo sciopero e sono tornati al lavoro. L’azienda ha infatti deciso di ritirare il provvedimento disciplinare e dunque di reintegrare nel suo posto di lavoro il dipendente sospeso nei giorni scorsi. Un risultato importante, che premia la compattezza e la lotta di lavoratori e sindacati.

A comunicarlo, attraverso una nota congiunta, sono Giuseppe Gucciardo della Filt Cgil, Gianluca Vianello della Uil Trasporti e Dino Keszei della Fit-Cisl.

“I lavoratori, in presidio davanti al varco Galvani dalle 7 di stamani, avrebbero scioperato per l’intera giornata di oggi e per quella di lunedì 5 luglio. La protesta, come avevamo già anticipato, sarebbe continuata anche nei giorni successivi se da parte dell’azienda non fosse arrivata la marcia indietro: le motivazioni che avevano indotto Ltm a sospendere il lavoratore, lo ribadiamo, erano infatti da ritenersi pretestuose e prive di fondamento”, si legge nel comunicato. “Oggi pomeriggio è arrivata la svolta attesa: l’azienda ha comunicato il ritiro del provvedimento disciplinare e dunque il reintegro del lavoratore. Appena appresa la notizia i colleghi hanno deciso di interrompere sciopero e presidio e sono tornati al lavoro. I lavoratori hanno dimostrato ancora una volta la loro unità e la loro maturità. Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti continueranno come sempre a stare al loro fianco e a vigilare sul rispetto dei loro diritti”.

Tags: , ,