Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

8 Dicembre 2022

Paolo Virzì e Micaela Ramazzotti a Villa Maria (foto Nesti)

Ritratto familiare e storie di cinema, Virzì e la Ramazzotti incantano a Villa Maria


(Donatella Nesti) Livorno, 17 agosto 2022 – Un pomeriggio particolare quello di ieri, martedì 16 agosto, in compagnia di Paolo Virzì e Micaela Ramazzotti ospiti a Villa Maria per ‘La bella estate’ i mestieri del cinema. La coppia si è presentata con i figli Jacopo ed Anna ed il cane rendendo familiare e molto livornese l’incontro con un numerosissimo pubblico attento e partecipe all’intervista condotta da Giorgio Algranti amico ed interprete di molti film di Virzì.

Micaela, bellissima con camicetta bianca e gonna a fiori, ha raccontato gli inizi della sua folgorante carriera iniziata a soli 13 anni infatti, dopo aver mandato una foto ad un giornale, venne contattata e cominciò la sua carriera con i fotoromanzi di cui era appassionata. Comparve assiduamente sui fotoromanzi della rivista per adolescenti a metà degli anni novanta. Ricorda ancora la vergogna quando veniva fotografata nella stessa zona di Roma dove abitava e dove aveva il gruppo degli amici.

Una carriera che ha preso una svolta decisiva con l’incontro di Paolo Virzì con cui ha interpretato ruoli di successo ed ora sta lavorando alla regia di un film scritto insieme ad Isabella Cecchi dal titolo ‘Felicità’. Anche Virzì ha esordito giovanissimo con un film ‘pretenzioso’ proiettato ai 4 Mori e che , per fortuna dice lui, non è più rintracciabile. Poi il concorso a Roma con Giuliano Montaldo il quale ricevette una ‘raccomandazione’ dei portuali livornesi a favore di Virzì. Tutti ricordiamo il primo film da regista di Virzì ‘La bella vita’ con una giovanissima Sabrina Ferilli girato durante la crisi delle Acciaierie di Piombino e con tanti attori livornesi come Barresi e Algranti.

Anche ‘Ferie d’Agosto’ nonostante avesse l’aspetto di una pellicola alla Vanzina, in realtà metteva a confronto gli intellettuali di sinistra, alquanto supponenti ed i nuovi ricchi appassionati di tv e telefonini ma anche simpatici, una situazione che nel momento attuale sarebbe difficile rappresentare sul grande schermo. Il regista sostiene che Livorno abbia una luce particolare molto apprezzata dai direttori della fotografia ed ha dei tramonti incredibili. Il regista ha comprato una Gabbianella e ora ha insegnato al figlio a fare il pescatore e Micaela sostiene che Livorno vista dalla barca specie a sera lungo i fossi è veramente uno spettacolo ed è molto divertita dal modo di parlare dei livornesi.

Paolo Virzì presenterà alla Mostra del cinema di Venezia il suo nuovo film ‘Siccità’ scritto durante il primo lockdown ed ha in programma una serie televisiva sul celebre episodio delle false teste di Modigliani mentre si apprende che la tragica storia del nostro cittadino illustre verrà ricordata in un film diretto da Johnny Deep e prodotto da Al Pacino. La coppia ha vinto moltissimi premi e ricorda con grande piacere le riprese de ‘La prima cosa bella’ un film che ebbe una breve pausa collettiva ma molto fertile per tutta la troupe infatti in quella sosta fu concepito Jacopo e molti altri bambini di attori e maestranze. Durante la conferenza Antonella Menicagli a nome di un gruppo di insegnanti ha donato al regista la storia di un ‘antieroe’ e nel finale tutti gli attori e gli amici della coppia si sono riuniti per una foto ed un brindisi. Tantissimi applausi per l’evento molto atteso dai livornesi amanti del cinema.

Tags: , ,