Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

1 Ottobre 2020

Venerdì 21 luglio: città in festa nelle location più suggestive


Livorno, 20 luglio. Un venerdì sera di 21 luglio denso di appuntamenti nei luoghi più caratteristici della città.
Simone Lenzi a Villa Fabbricotti
Livorno, 20 luglio 2017. Domani, venerdì 21 luglio, alle ore 19, nel giardino di Villa Fabbricotti nuovo appuntamento con “La Bella Estate”, il programma d’incontri con gli autori promossi dal Comune di Livorno, Biblioteca Labronica “F.D.Guerrazzi” e dalla Coop Itinera. Nel parco della Villa Fabbricotti, nei pressi del “Chioschino” ospite della serata sarà Simone Lenzi, con l’ultimo suo scritto “Per il verso giusto, piccola anatomia della canzone”, edito da Marsilio. Conduce l’incontro Marco Lenzi.
Per il verso giusto. Tutte le canzoni sono canzoni d’amore (anche quelle che non lo sono); tutte le canzoni sono canzoni politiche (anche quelle che non si impegnano); tutte le canzoni sono orecchiabili (anche quelle che quando le sentiva tuo nonno si affacciava in cameretta e scuoteva la testa: «Ma che robaccia è?»): Simone Lenzi parte da qui e tra pentagrammi, parole e grandi nomi della musica italiana e internazionale – da Gino Paoli a Franco Battiato, dai Beatles ai Rolling Stones – ci invita a entrare nel grande laboratorio della canzone popolare e a scoprirne il dietro le quinte. Questo libro è pensato anche per chi non conosce la grammatica della musica e il solfeggio: si può guardare a un pentagramma come si guarda a un bel paesaggio, leggendo le note come fossero i contorni di una montagna o le onde del mare.
Simone Lenzi è nato a Livorno il 22 giugno del 1968. Dopo aver studiato filosofia, inizia a scrivere e a cantare per i Virginiana Miller, con i quali vince un David di Donatello e un Premio Tenco. Dal suo primo romanzo, La generazione, è stato tratto il soggetto per il film Tutti i santi giorni di Paolo Virzì. Ha collaborato con Delta V, Antonella Ruggiero, Baustelle e scritto altri due libri: con Mali minori ha vinto nel 2016 il Premio Ceppo Pistoia. Info: Biblioteca Labronica 0586 824511 Coop. Itinera 0586 894563 www.itinera.info

A cena nell’antica Roma, ma a Insuese
Livorno, 20 luglio. Domani, venerdì 2 luglio, ore 21,00 l’Associazione Culturale GAIA organizza “A cena nell’antica Roma” nella Tenuta Insuese, un tuffo nell’antica Roma, all’insegna dell’archeologia del gusto, tra cibo e tradizione, con illustrazione di cibi, ceramiche e banchetti dell’epoca.
I partecipanti saranno accolti da operatori in abito romano nella “villa rustica”, ospiti della Gens Zoppiana, e la serata si aprirà con un’introduzione divulgativa accompagnata da proiezione curata da archeologi in abito romano e proseguirà, alla luce delle fiaccole, con la cena dell’antica Roma, sapientemente curata dalla “Gens Zoppiana”, con gustatio, primae mensae e secundae mensae, a base di ricette rivisitate, ispirate perlopiù al celebre trattato De re coquinaria di Apicio e al De agricoltura di Catone, illustrate tra una portata e l’altra.
Per partecipare (chi vuole può provare a realizzare un facile abito romano per partecipare alla serata) è necessario prenotare al cell. 338-5259192 o via mail asscultgaia@gmail.com (Associazione Culturale GAIA) entro e non oltre le ore 12,00 di venerdì 21 luglio.
Per Eden venerdì 21 luglio (ore 21.15) al Gazebo

Omaggio a Dino Campana alla Terrazza Mascagni
Livorno, 20 luglio. Domani, venerdì 21 luglio (ore 21.15) un appuntamento all’insegna della poesia al Gazebo della Terrazza Mascagni: Luca Dal Canto presenterà i versi di Dino Campana, con Massimiliano la Rocca, Riccardo Tesi, Dino Castrovilli e Giuseppe Giachi.
Si tratta di uno spettacolo/approfondimento con interventi musicali e narrativi sul poeta Dino Campana (1885-1932), uno dei più affascinanti autori del Novecento italiano. Massimiliano Larocca e Riccardo Tesi suoneranno alcuni brani tratti dall’album “Mistero di sogni avverati” con i testi di Dino Campana. Dino Castrovilli e Giuseppe Giachi racconteranno alcuni aneddoti biografici su Campana e la sua tormentata esistenza. Luca Dal Canto presenterà il suo ultimo cortometraggio “L’alluvione ha sommerso” che racconta l’affascinante genesi dei “Canti Orfici” di Dino Campana. L’evento, dal titolo “Preferisco il rumore del mare. Omaggio a Dino Campana” rientra tra gli appuntamenti di “Eden. Incontri con l’autore, musica, teatro, cinema”.
A seguire (ore 22.30) Alessandra Falca in concerto. L’iniziativa è promossa dal Comune di Livorno con il Nuovo Teatro delle Commedie e con le librerie Mondadori, Feltrinelli ed Erasmo. Info: www.comune.livorno.it programmazioneteatroc@gmail.com

Le Foto di Federico Bernini in Fortezza Nuova
Domani, alle 18,nella sala degli Archi di Fortezza Nuova si apre la mostra fotografica “Ne mai di te si avrà memoria:Federico Bernini, fotografo tra Lesbo e Saint-Tropez”, che rimarrà aperta fino al 27 agosto (anche durante Effetto Venezia dal 27 al 31 luglio).
76 scatti che scrutano la realtà del Mediterraneo E’la nuova esposizione del Tavolo della Fotografia. Saranno presenti l’autore, l’assessore alla cultura Francesco Belais e il curatore scientifico Giorgio Bacci.
Le foto ricordano che la situazione contemporanea è complessa e articolata, e il mezzo fotografico serve a tramandarne il ricordo parafrasando Saffo. “Né mai di te si avrà memoria” trae spunto da un frammento di Saffo pubblicato nel volume edito da Corrente nel 1940 a cura di Salvatore Quasimodo. La frase si presta efficacemente a inquadrare i motivi fondanti dell’opera del reporter attento e sensibile della realtà del Mediterraneo, in continua e magmatica evoluzione e compresa tra due estremi mai come oggi lontani e stridenti. Da una parte il dramma dei migranti, delle vite e dei sogni spezzati, dall’altra l’illusione della serenità e del distacco, su cui può irrompere improvvisamente il terrore.
Federico Bernini, Livorno, 1980, attualmente vive a Torino dove dal 2011 al 2017 ha collaborato con varie agenzie fotografiche, ricoprendo il ruolo di responsabile dei fotografi dell’agenzia LaPresse dal 2015 al 2017. È socio fondatore dell’Associazione Culturale Witness Journal e membro della redazione del magazine fotografico www.witnessjournal.com Da anni documenta fotograficamente i principali eventi di politica e attualità nazionali e internazionali. Tra i suoi lavori i progetti legati all’antimafia sociale (tra 2009 e 2012, attestando le attività svolte sui terreni confiscati alla Mafia in Sicilia e alla Camorra in Campania); i fotoreportage, tra 2011 e 2015, dedicati alle zone balcaniche colpite dalla guerra degli anni Novanta (Srebrenica, Novi Sad, Vukovar, Sarajevo e Mostar); quelli tra 2015 e 2016, dei Viaggi Apostolici di Papa Francesco in Bosnia, Grecia, Georgia, Armenia e Azerbaijan. Attivo anche nel campo del cinema e della moda, dal 2011 documenta il Festival del Cinema di Berlino e le principali Fashion Week mondiali. Cura inoltre diversi progetti di fotografia commerciale per agenzie di comunicazione e direttamente per aziende private. Mostra a ingresso gratuito, visitabile dal giovedì alla domenica. Orari: giovedì e venerdì dalle ore 16 alle 19; sabato e domenica dalle ore 11.30 alle 13 e dalle 16.30 alle 20. In Effetto Venezia da 18 alle 24. Info: 0586.820521/523 cultura@comune.livorno.it

Festa de L’Unità alla Rotonda d’Ardenza
Livorno, 20 luglio. Tradizionale appuntamento cultural-politico-spettacolare da domani 21 luglio al 6 agosto de la Festa de L’Unità 2017. Apertura con la cena per turri. Sarà presente anche il ministro dello sport Luca Lotti. Alle 21,15 dibattito con i consigklieri regionali “dem” Francesco Gazzetti e Monia Monni sulle tematiche dell’odio e della speranza al tempo dei social network. Sabato intervento di Andrea Romano, direttore di Democratica, quotidiano on line del Pd. Programma su www.partitodemocratico.it