Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

8 Dicembre 2022

Paolo Virzì a Venezia 2022 (foto fornita da Nesti)

Venezia verso la chiusura ma Amelio è già nelle sale e presto ci sarà anche Virzì


(Donatella Nesti) Venezia, 9 settembre 2022 – E’ già nelle sale il film di Gianni Amelio “Il signore delle formiche “ accolto con molti applausi alla Mostra del cinema specie dalla stampa italiana. Alla fine degli anni 60 si celebrò a Roma un processo che fece scalpore. Il drammaturgo e poeta Aldo Braibanti, appassionato della vita delle formiche nelle quali vedeva un modello di società, fu condannato a nove anni di reclusione con l’accusa di plagio, cioè di aver sottomesso alla sua volontà, in senso fisico e psicologico, un suo studente e amico da poco maggiorenne. Il ragazzo, per volere della famiglia, venne rinchiuso in un ospedale psichiatrico e sottoposto a una serie di devastanti elettroshock, perché “guarisse” da quell’influsso “diabolico”. Alcuni anni dopo, il reato di plagio venne cancellato dal codice penale. Ma in realtà era servito per mettere sotto accusa i “diversi” di ogni genere, i fuorilegge della norma. Prendendo spunto da fatti realmente accaduti, il film racconta una storia a più voci, dove, accanto all’imputato, prendono corpo i famigliari e gli amici, gli accusatori e i sostenitori, e un’opinione pubblica per lo più distratta o indifferente. Solo un giornalista s’impegna a ricostruire la verità, affrontando sospetti e censure. Un ottimo cast formato da LUIGI LO CASCIO, (ALDO) ELIO GERMANO (ENNIO) SARA SERRAIOCCO (GRAZIELLA) e per la prima volta LEONARDO MALTESE (ETTORE).

Nella penultima giornata Paolo Virzì ha presentato fuori concorso “Siccità” un racconto ideato durante il primo lockdown. A Roma non piove da tre anni e la mancanza d’acqua stravolge regole e abitudini. Nella città che muore di sete e di divieti si muove un coro di personaggi, giovani e vecchi, emarginati e di successo, vittime e approfittatori. Le loro esistenze sono legate in un unico disegno, mentre cercano ognuno la propria redenzione. ” Nel momento in cui le strade delle nostre città erano deserte, ed eravamo chiusi ciascuno a casa propria, connessi l’uno all’altro solo attraverso degli schermi, ci è venuto naturale guardare avanti, interrogandoci su quello che sarebbe stata la nostra vita dopo. “ dice Virzì ”Abbiamo iniziato a fantasticare su un film ambientato tra qualche anno, in un futuro non così distante dal presente. Immaginando alcuni racconti da far procedere ciascuno autonomamente, secondo la tecnica del film corale, che man mano scopriamo esser legati l’uno all’altro in un intreccio più grande. Una galleria di personaggi ugualmente innocenti e colpevoli, un’umanità spaventata, affannata, afflitta dall’aridità delle relazioni, malata di vanità, mitomania, rabbia, che attraversa una città dal passato glorioso come Roma, che si sta sgretolando e “muore di sete e di sonno”. Una visione che può sembrare un’allegoria catastrofica, dove anche l’ironia è nerissima, ma attraversata da un sentimento di tenerezza e compassione, da lampi di batticuore e speranza di salvezza. La canzone di Mina “Mi sei scoppiato dentro al cuore”, ascoltata dal violoncellista Filippo nella solitudine di un lutto e che commenta musicalmente la passerella finale del cast, risuona come una preghiera in questo paesaggio di solitudini e di relazioni meschine, provando a dar voce all’insopprimibile desiderio collettivo di consolazione e di amore.

Anche in questo ritratto corale ricchissimo il cast che sarà nelle sale dal 29 settembre: SILVIO ORLANDO, VALERIO MASTANDREA, ELENA LIETTI, TOMMASO RAGNO, CLAUDIA PANDOLFI, VINICIO MARCHIONI, MONICA BELLUCCI, DIEGO RIBON, MAX TORTORA, EMANUELA FANELLI, GABRIEL MONTESI, SARA SERRAIOCCO Soggetto di PAOLO GIORDANO e PAOLO VIRZÌ Scritto da FRANCESCA ARCHIBUGI, PAOLO GIORDANO, FRANCESCO PICCOLO e PAOLO VIRZÌ.

Susanna Nicchiarelli chiude invece il poker italiano in competizione per il Leone con “Chiara”, suo terzo ritratto femminile dopo Nico e Miss Marx, che vede Margherita Mazzucco (la Lenù de L’amica geniale) nei panni di Santa Chiara d’Assisi.

Tags: , ,