Vai a…

Costa Ovestsu Google+Costa Ovest on YouTubeCosta Ovest on LinkedInCosta Ovest on TumblrRSS Feed

24 Novembre 2020

Una classe scolastica (foto d'archivio)

Partenza in salita per le scuole all’Elba, in particolare per il Pertini di Portoferraio


(Stefano Bramanti) Portoferraio, 15 settembre 2020 – Partenza in salita a Portoferraio per il mondo della scuola e specificatamente per il Comprensivo Pertini di Portoferraio. Dopo poco il suono della campanella del 14.9 , che ha dato il via alla anno scolastico 2020-21, sono stati individuati due bambini positivi al Covid-19 e in breve tempo sono stati subito rimandati alla propria casa, dalle autorità competenti. Cosa è accaduto per determinare tale situazione? L’Elba che ha avuto in totale poco oltre la decina di casi dall’inizio della pandemia, quindi una zona abbastanza tranquilla come contagi, adesso, in un colpo solo, ne sono stati registrati improvvisamente sei affetti da coronavirus.

Una intera famiglia straniera, ma residente sull’isola, ha accolto un parente proveniente dal Piemonte, una delle regioni più contagi, il quale si è rivolto all’ospedale perché ha presentato chiari sintomi. Il parente ovviamente ha contagiato nel frattempo tutta la famiglia passando la malattia agli altri 5, madre, padre e tre figli, sebbene quasi tutti asintomatici, eccetto la donna. Tra questi un bambino che frequenta le elementari a Casa del Duca a Portoferraio e un altro ragazzino che va alla media Pascoli di viale Elba. Il Sindaco locale, Angelo Zini, ha annunciato tempestivamente questa negativa notizia ed ha dettagliato ampiamente su tutta la vicenda che ha portato a questa situazione . L’Asl isolana con il dirigente delle strutture sanitarie Chetoni e il dottor Genghi, responsabile dell’ufficio di Igiene, hanno sotto controllo la situazione e fanno realizzare i dovuti controlli con i familiari risultati positivi e stanno valutando i contatti avuti dalle persone infettate, con altri. Per quello che riguarda la scuola le soluzioni sono tre: quella di chiudere completamente la scuola media Pascoli, oppure solamente la classe coinvolta col ragazzino risultato positivo o invece valutare giorno per giorno, con successivi controlli la situazione. Certamente stante il poco tempo che i bambini sono rimasti a scuola il primo giorno dell’inizio dell’anno scolastico, con mascherine e distanziamenti, pare molto improbabile che possa essersi diffuso il virus ad altri. Successivi sviluppi della situazione faranno capire se Portoferraio diventerà una zona focolaio o meno, in quanto i genitori infettati lavorano e potrebbero aver trasmesso ad altri la temuta malattia. Le prossime ore diranno gli sviluppi.

Tags: