Vai a…

COSTA OVEST E' UN PROGETTO SOCIALE
IL NOSTRO SCOPO E' FARE UN'INFORMAZIONE LIBERA ED EQUILIBRATA
NON PERCEPIAMO CONTRIBUTI PUBBLICI
OGNI ATTIVITA' A FAVORE DI COSTA OVEST E' DA INTENDERSI VOLONTARISTICA E GRATUITA

Costa Ovest su Google+Costa Ovest su YouTubeCosta Ovest su LinkedInCosta Ovest su TumblrRSS Feed

lunedì 23 aprile 2018

Petizione”126 minuti da infarto”: Comitati e M5S depositano in Regione 4561 firme per due sale di emodinamica a Cecina e Piombino


FIRENZE (20 marzo 2018) – “Abbiamo consegnato alla giunta regionale 4561 firme della petizione popolare con la quale i cittadini chiedono due sale di emodinamica per gli ospedali di Cecina e Piombino. Le abbiamo raccolte insieme al Comitato Salute Pubblica di Cecina, in meno di due mesi, sintomo di quanto sia sentita la questione” così Mario Settino, consigliere comunale M5S di Rosignano Marittimo, in conferenza stampa.

“Davanti all’infarto acuto del miocardio il tempo di intervento terapeutico è fondamentale – ha precisato Andrea Quartini, consigliere regionale M5S e medico – le linee guida ci dicono che per ottenere il massimo successo terapeutico vanno trattati con rivascolarizzazione entro 90 minuti e questo può avvenire solo nelle sale di emodinamica”

“Abbiamo chiesto ad ottobre all’assessora Saccardi in quanto tempo i cittadini di Cecina, Rosignano, Piombino con un infarto acuto del miocardio è riuscita ad arrivare alla prima sala di emodinamica utile per avere il trattamento terapeutico migliore” ha aggiunto Quartini “e dalla risposta, vaga e imprecisa, è comunque emerso che circa la metà di questi vi è arrivata oltre i 126 minuti e presumibilmente il 70% oltre il limite consigliato dei 90 minuti”.

“Questo ci fa dire che ad oggi i cittadini di quei territori sono discriminati rispetto ad altri, un’ingiustizia da superare al di là degli standard medi qualitativi su tutto il territorio ASL che qualcuno può evocare. Oggi i cittadini delle aree periferiche, come la Val di Cornia Bassa Val di Cecina la Lunigiana o l’Amiata, non hanno lo stesso trattamento dei bisogni sanitari assicurato in aree più centrali come Firenze o Pisa. Questo è un problema anche di visione: se continuiamo a impoverire quelle aree, nessuno ci andrà a vivere e molti continueranno a migrare verso le periferie delle città” ha sottolineato il consigliere regionale M5S per concludere con una proposta di governo del tema “dove non si raggiungono standard qualitativi di 85 interventi di emodinamica all’anno, ci si arrivi con la rotazione del personale tra aree ad alta intensità e aree a minore intensità”.

“Condividiamo questo approccio – ha chiarito Rosario Improta del Comitato Salute Pubblica di Cecina – e chiediamo che in attesa delle sale di emodinamica intanto siano presenti ambulanze attrezzate in ognuno degli ospedali per migliorare intanto il servizio di trasferimento. Tramite uno studio pubblicato sul nostro sito abbiamo verificato che il tempo medio per arrivare da Volterra a Pisa o da Piombino a Livorno è di circa 81 minuti. Questo in inverno, immaginatevi d’estate quando il traffico aumenta. Avere un’ambulanza già pronta per portare l’infartuato al primo Ospedale con sala di emodinamica sarebbe un passo avanti importante da ottenere subito”

“Qui c’è anche un problema politico: il PD su questa petizione si è spaccato nei vari territori. A Cecina ha approvato la nostra mozione per poi non darvi seguito, evitando il confronto in Commissione Controllo sul tema del monitoraggio richiesto alla ASL. A Rosignano ha addirittura votato contro, mentre a Piombino a favore” ha chiarito Giulia Torrini, candidata M5S alla Camera nelle ultime elezioni e attivista del territorio.

DIRETTA VIDEO CONFERENZA STAMPA

Tags: , , , , ,

Foto del profilo di Davide Cappannari

About Davide Cappannari,

System Manager e Web Specialist